Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il caffè Mokambo, in piazza Vittorio Emanuele II a Santa Croce Camerina, e la redazione del nostro giornale, sono promotori di un progetto denominato ‘Santa Croce Camerina Kaos Magna Grecia’. Un’iniziativa che rientra a pieno titolo nel turismo culturale per investire nel marketing territoriale e valorizzare le bellezze del territorio a beneficio dei cittadini e dei turisti, producendo un determinato sviluppo socio-economico per l’intera collettività. Un progetto che, dalla sinergia di diverse aziende (la CAM un’agenzia pubblicitaria di Giacomo Magro, l’Invictus Sicily Srl di Antonio Mirabella e si occupa di charter nautico, la ditta Elios Globus service s.a.s di Giovanna Di Giacomo & C. un’agenzia di trasporto, la Sicurt Srl impianti di sicurezza ambientale di Scicli, l’agenzia Donnafugata Viaggi di Santa Croce Camerina, NOI DUE immobiliare, MONDOVERDE srl, FLOR ART di Davide Falcone), sta mettendo in moto un complesso di attività che applicheranno strategie diverse per lo sviluppo del nostro patrimonio territoriale artistico-storico e ambientale. Il turismo di questo genere, infatti, deve opportunamente avere una dimensione “diffusa” e quindi può essere occasione di sviluppo di tante realtà periferiche che magari hanno interessanti “patrimoni” poco valorizzati fino ad oggi. Diversi connotati del “turismo culturale” possono poi contribuire a “destagionalizzare” diverse mete ed a rendere mediamente più fruibili, in ogni stagione dell’anno, le esistenti attività commerciali del territorio che vogliono investire in tale iniziativa. A tal fine è stato programmato per venerdì 11 luglio alle ore 17.30, presso la biblioteca comunale di Santa Croce Camerina , un incontro-dibattito dal titolo “Turismo destagionalizzato”: l’obiettivo primario di questo incontro è di proporre ed attuare, in seguito anche ad una analisi dell’offerta ricettiva dei nostri luoghi, strategie e politiche di destagionalizzazione per un più razionale utilizzo delle strutture e delle risorse presenti sul territorio. Questo appuntamento, pertanto, ha la finalità di mostrare e di presentare la dinamica evolutiva del movimento turistico-ricettivo andando ad analizzare prevalentemente ciò che è stato riscontrato  da chi  ha operato nel settore finora. Verranno inoltre analizzati i concetti di stagionalità e di bassa stagione al fine di elaborare un’offerta completa capace di superare o limitare le attuali rigidità della stagionalità che così com’è mortifica le potenzialità dell’offerta turistica del nostro territorio. Interverranno nel dibattito, tra gli altri, il dottore Giovanni Di Stefano, direttore del Museo archeologico di Kamarina, Salvatore Mandarà, presidente provinciale dell’associazione “Fare Ambiente” e il professore Giuseppe Miccichè, storico.

Giusy Zisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Festa dell’Albero: due carrubi fuori da scuola, iniziativa di Fare Ambiente

“Se proteggi un albero, proteggi il futuro”: non è solo un motto, ma è l’…