Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Mancano le opere di urbanizzazione primarie. Senza la fornitura della rete idrica e fognaria. Con una strada di collegamento totalmente dissestata. Nonostante le reiterate richieste inoltrate all’amministrazione comunale nulla è stato fatto. Un’intero rione, in contrada Pellegrino, lungo la strada di collegamento tra Santa Croce e Punta Secca, i cui residenti chiedono la riduzione dei tributi comunali. “Abbiamo inoltrato ben due missive agli uffici del comune di Santa Croce, una datata 1 marzo e l’altra nel mese di aprile, senza alcuna risposta – spiega Carmelo Canzonieri, uno dei residenti -. Lo stato di abbandono e di disagio di decine di villeggianti e residenti è evidente. La strada  è impercorribile con buche e avvallamenti ovunque, la pubblica illuminazione inesistente, e l’aspetto ancora più grave sono i contenitori per la raccolta dei rifiuti assolutamente insufficienti. Quelli esistenti sono obsoleti e senza il coperchio”. I residenti  preannunciano iniziative di protesta eclatanti. “Anche quest’anno abbiamo pagato da onesti cittadini i tributi comunali senza avere nulla in cambio –aggiunge Carlo Piramide, villeggiante -. La strada di accesso, durante il periodo invernale, si trasforma in una mega piscina. Siamo considerati cittadini di serie b senza avere la minima considerazione  nonostante i nostri appelli e le lettere inoltrate agli uffici”. Il consigliere comunale di  minoranza, Gaetano Permice, ha raccolto le istanze dei cittadini.  “Il comune ha il dovere di rispondere, in maniera ufficiale – spiega Pernice – entro 30 giorni ai quesiti e alle domande poste dai cittadini. Chiediamo al sindaco e agli uffici di essere trasparenti nei confronti dei cittadini. L’episodio di contrada Pellegrino è  l’ennesima dimostrazione della totale incapacità politica di interloquire con la città su piccoli e grandi problemi”. Il sindaco assicura che tutte le richieste dei cittadini vengono opportunamente seguite. “L’amministrazione è  pronta in qualunque momento ad interloquire con i residenti e i villeggianti di contrada Pellegrino – assicura il sindaco Franca  Iurato -. In questo momento preannunciare facili aspettative è fuori luogo. Le problematiche di contrada Pellegrino sono molto più complesse e il comune, con le esigue risorse finanziare, non può sostenere i costi delle opere di urbanizzazione”.

Fonte: Il Giornale di Sicilia

12 Commenti

  1. Gilda Mon Amour

    16 luglio 2014 a 10:57

    Non ci sono soldi?? Strano, molto strano!! E allora come si spiega che hanno trovato ben 11.200€ , per mettere quei vasi a P.Secca??
    Trovo tutto ciò alquanto vergognoso ed ipocrita!!!!!
    E si fanno chiamare anche democratici?? Complimenti alla vostra democrazia

    Rispondi

  2. Meno

    16 luglio 2014 a 14:03

    Le opere di urbanizzazione potevano anche farle le amministrazioni precedenti..ma ormai si fa di tutto per screditare questa amministrazione..va proprio di moda! È inoltre è normale che in campagna nn sempre ci siano alcuni servizi che per storia arrivano dopo nelle campagne! Nn significa essere considerati cittadini di serie b..ma la realtà dei fatti e è che si vive esclusi dal resto della città!

    Rispondi

  3. lorenza

    16 luglio 2014 a 15:17

    buongiorno anch’io ho una villetta in contrada pellegrino ma non sono residente, abito a Milano ,durante l’anno vengo poco ma finalmente arrivano le vacanze e con grande sorpresa trovo che ogni anno il degrado peggiori
    concordo con il Sig.re Canzonieri, purtroppo paghiamo un disservizio sia per la spazzatura, per le strade inagibili e per la mancata illuminazione che purtroppo incentiva i ladri d’ appartamento( l’anno scorso da settembre a dicembre due volte) se vogliamo raccogliere delle firme o altro fatemi sapere e comunque Vi verro a cercare per capire cosa si possa fare grazie mille

    Rispondi

  4. francesco

    17 luglio 2014 a 12:53

    vendila

    Rispondi

  5. Marco

    18 luglio 2014 a 12:36

    I soldi per le fioriere ci sono però… vero?! Quella cifra poteva essere spesa in una maniera più ragionevole, per esempio per colmare il dissesto in c.da Pellegrino, come riportato dall’articolo sopra…

    Rispondi

  6. dux

    18 luglio 2014 a 13:21

    Chiedete un paio di fioriere e vedrete che sarete accontentati.PS ah dimenticavo spesa minima 11.000,00 euri!!!

    Rispondi

  7. Pinuccia

    19 luglio 2014 a 08:22

    Sarebbe più opportuno cambiare disco, il solito ripetere: Soldi non ce ne sono, non fa altro che ridicolizzare ancora di più l’amministrazione, che da un paio di giorni a questa parte , è diventata molto criticata da tutti.
    Invito il sindaco a spendere bene i soldi pubblici, perchè sono soldi di tutti.
    Cercate di spendere i soldi per risolvere i problemi , invece di sprecarli per quelle fioriere, che si potevano benissimo evitare!!!

    Rispondi

  8. Fabio

    20 luglio 2014 a 11:36

    E’ vergognoso. Non è possibile che si debbano pagare tributi alti per servizi comunali che non ci sono. Almeno prevedere delle riduzioni!

    Rispondi

  9. Giusy

    23 luglio 2014 a 12:27

    E’ inconcepibile…pagare tributi alti per dei servizi che non ci sono. I soldi per le cose futili ci sono e per i cittadini no. Quantomeno potrebbero effettuare delle riduzioni per questi disservizi… e potrebbero evitare di dire che soldi non ce ne sono e in contemporanea effettuare lavori superflui che servono a pochi o che servono solo ad abbellire…Il cittadino che reclama quello che gli spetta e che paga le tasse ha il diritto di essere messo al primo posto.

    Rispondi

  10. luca

    24 luglio 2014 a 19:11

    Ho 35 anni e sono cresciuto fra le strade di c.da pellegrino e non ricordo ci sia stato mai un miglioramento urbanistico. Le tasse sempre più onerose nel tempo non sono servite a nessuna di tutte le amministrazioni che si sono susseguite presso il comune di Santa Croce. Mai nessuna risposta alle tante sollecitazioni da parte di residenti e villeggianti. Oggi vivo in una parte dell’Italia dove per primi i cittadini sono rispettati dalle amministrazioni e sono parte integrante (visto che pagano le tasse) di un sistema che permette a tutti di vivere molto bene. Ad ogni nostra domanda o reclamo il comune risponde e se può provvede. Noi cittadini rispettiamo per primi le nostre strade e TUTTE le amministrazioni rispettano tutti. Basterebbe poco per vivere meglio; RISPETTO!..quindi signor (scusi la s in minuscolo) sindaco di Santa Croce Camerina innanzi tutto inizi a dare delle risposte e si prenda le sue responsabilità. Coraggio! non ci vuole tanto! lei è il Primo cittadino, tocca a lei dare l’esempio. Luca P.

    Rispondi

  11. Giovannella

    26 luglio 2014 a 15:58

    Scusate, ma di quale sindaco parlate?
    A S.Croce, abbiamo il sindaco??

    Rispondi

  12. caronegino

    18 gennaio 2015 a 05:13

    questo accade anche torre pali salve provicia di lecce zona turistica in via attendolo ed e una parallela della via principale e un pezzo di strada di duecento metri dimenticata della comune ed noi paghiamo le tasse grazie alla giunta di salve

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Voto di scambio con la mafia: arrestato Giuseppe Nicosia, ex sindaco di Vittoria

Militari della guardia di finanzieri di Catania, dopo un’indagine coordinata dalla P…