Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

A rischio crollo la Torre di Mezzo o di Pietro, che fu fatta edificare nei primi del ‘400 dal Marchese Pietro Celestri, da cui prende il nome. Inserita tra le Torri di Scalambri (Punta Secca) e Torre Vigliena (Punta Braccetto), fungeva da torre di avvistamento, in un sistema più ampio, a protezione della costa siciliana dalle invasioni provenienti dal mare. Parzialmente distrutta con lo sbarco americano nel 1943, durante la Seconda Guerra Mondiale, i resti vennero restaurati nel 1995-96. “Oggi – denuncia Sinistra Ecologia e Libertà – le fondamenta della base sul versante nord risultano gravemente danneggiate dall’erosione eolica”. Il gruppo Sinistra Ecologia e Libertà si appella agli organi preposti, Soprintendenza di Ragusa, Assessorato Regionale ai Beni Culturali, Demanio e al Comune di Santa Croce Camerina, affinché intervengano per consolidare il bene, che potrebbe, inoltre, creare danni fisici alle persone che stazionano all’interno di questa grotta, vista la presenza di molte lattine e bottiglie di birra. “La proposta di fruizione di SEL – afferma il gruppo – è quella di creare un circuito turistico delle torri costiere esistenti nel territorio provinciale a partire da Pozzallo con Torre Cabrera, Torre di Mazzarelli a Marina di Ragusa, quelle nel territorio di Santa Croce Camerina e Ragusa fino a Camarina, attraversando il SIC Costa di Carro su Scicli, la Riserva Naturale del fiume Irminio, SIC di Randello e la Riserva naturale del fiume Ippari”.

Redazione

6 Commenti

  1. Dux

    17 luglio 2014 a 13:48

    Shhhhhh silenzio non ditelo alla sindaca pirchi’ ci fa fari a fini ra caserma ra finanza e puoi cca’cuntintizza accatta navitri tri fiorieri!!!

    Rispondi

    • fabio

      18 luglio 2014 a 08:34

      Mi trovo pienamente d’accordo con Dux , compre tre fioriere e poi dice: Soldi non ce ne sono!!!

      Rispondi

  2. carmelo

    17 luglio 2014 a 14:06

    Dux questa ironia è priva di senso. ..giusto demolire la caserma

    Rispondi

  3. Franco

    17 luglio 2014 a 18:51

    come no!!! se non era per Montalbano……

    Rispondi

  4. dux

    18 luglio 2014 a 13:16

    Caro Carmelo hai ragione ma di cose giuste da fare ce ne sarebbero da a tinchitè il problema è sempre quello,bisogna dare priorità alle cose importanti e siccome i soldi che vengono spesi sono di tutti sarebbe opportuno prima chiederlo ai cittadini dove spenderli,perchè altrimenti è dittatura e io sono a favore della dittatura….quella vera però!!!

    Rispondi

  5. Dario

    18 luglio 2014 a 14:07

    Bene, finalmente anche la Sinistra si preoccupa di valorizzazione dei beni culturali e di percorsi turistici, speriamo che il circuito possa essere una cosa concreta e vera, per poter promuovere ai turisti e non solo, le nostre coste.
    Però non devono essere solo chiacchiere come si fa solitamente !

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

E’ la domenica della prevenzione: controlli di glicemia e pressione arteriosa

“Lo screening è vita”: con questo slogan l’Associazione Volontari del Soccorso di Santa Cr…