Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il circolo locale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, con largo anticipo sul prossimo anno scolastico, chiede all’amministrazione comunale che il trasporto dei pendolari verso le scuole della Provincia sia reso più agevole rispetto a quello appena concluso. Ecco il testo integrale della nota:

TUTELIAMO I DIRITTI DEI NOSTRI GIOVANI PENDOLARI E DELLE LORO FAMIGLIE!

Visto il turbolento anno scolastico da poco terminatosi per i nostri studenti pendolari, cominciato male con le famiglie costrette ad anticipare l’intero importo dell’abbonamento per le mensilità di settembre e ottobre, poi rimborsato a dicembre, a causa della mancata approvazione del bilancio da parte dell’amministrazione comunale, continuato con una serie di disservizi e conclusosi ancora peggio con l’improvvisa, e non preannunciata, cessazione del servizio l’ultimo giorno di scuola che ha visto gli studenti dell’istituto per geometra e dell’istituto tecnico industriale di Ragusa dover organizzarsi in diverso modo per far rientro a casa, e poiché la responsabilità della tutela dei diritti dei nostri giovani pendolari spetta all’amministrazione comunale, e che finora poco si è attivata in tal senso, in vista del nuovo anno scolastico

CHIEDIAMO

– che l’amministrazione comunale si impegni e si adoperi, entro l’inizio del nuovo anno scolastico, al recupero delle risorse economiche necessarie affinché le famiglie dei pendolari non siano nuovamente costrette a dover anticipare, per conto dell’amministrazione comunale, l’importo dell’abbonamento relativo alle prime mensilità;

– che il servizio di rinnovo mensile dell’abbonamento sia espletato nel nostro Comune, come avvenuto fino a qualche anno fa, negli uffici comunali nei giorni e negli orari che l’amministrazione comunale riterrà più opportuni, evitando così gli innumerevoli pellegrinaggi presso l’abitazione privata delle titolari della ditta appaltatrice colpevole, da anni, di non essersi mai impegnata a rispettare giorni e orari lavorativi consoni alle esigenze dei propri clienti;

– che l’amministrazione comunale trovi, in modo definitivo, un’intesa logica e coscenziosa con la ditta appaltatrice affinché si eviti un ingiustificato esborso economico ogni qualvolta, per un motivo o per un altro, uno studente si trovi nei primi due o tre giorni del mese ad essere sprovvisto dell’apposito rinnovo, considerato che comunque, come da contratto, nonostante il tardivo rinnovo, la ditta riceverà, dalla nostra amministrazione comunale, l’intero importo valido per le tratte di A/R dell’intero mese e non per porzioni di esso;

– che l’amministrazione comunale si faccia da garante affinché non ci siano più pendolari di seria A e pendolari di serie B, garantendo a tutti gli studenti di poter usufruire in egual modo del sevizio di trasporto, istituendo un’apposita tratta per coloro, finora più disagiati, che frequentano l’istituto per geometri e il tecnico industriale, sia per l’andata che per il ritorno, consono agli orari di inizio e fine delle lezioni e che, per quanto riguarda la tratta di ritorno vista la presenza numerosa di giovani santacrocesi rispetto quelli di altre località (Marina di Ragusa!), si faccia il giro inverso rispetto quello dello scorso anno, passando prima dal nostro comune;

– in ultimo, ma non per importanza, che l’amministrazione comunale si impegni concretamente e con urgenza, in vista della stagione invernale, ad attrezzare al meglio la stazione degli autobus, in modo da consentire adeguato riparo a viaggiatori e turisti, con l’installazione di pensilline più accoglienti, di servizi igienici e di apposite bacheche con tutti gli orari di partenza e arrivo delle varie compagnie;

– altresì, che si possa avviare, in tempi relativamente brevi, l’iter per far si che l’attuale stazione dei pullman possa finalmente definirsi tale, con l’apertura di un chiosco/ufficio dedicato a biglietteria ma soprattutto a tutte quelle informazioni turistiche necessarie per fare in modo che i turisti, una volta scesi dai bus, possano avere le idee chiare su dove e come andare e su cosa poter visitare.

Facciamo in modo che quel “puntiamo sul turismo” non sia sempre e solo lo spot annunciato, ormai per troppi anni, ma che si possa finalmente dare seguito, con i fatti, a quelle tre semplici parole. Per quanto finora illustrato, chiederemo un opportuno incontro con l’amministrazione comunale. Invitiamo intanto quanti, genitori e studenti, piuttosto che consiglieri ed esponenti politici locali, interessati a sostenere e portare avanti la nostra proposta, a mettersi in contatto con noi. Sicuri di trovare condivisione in quanti hanno a cuore lo sviluppo del nostro Paese, ma soprattutto la tutela dei diritti dei nostri giovani, rimaniamo in attesa d’ interessanti quanto graditi riscontri.

Redazione

2 Commenti

  1. Giusy Zisa

    22 luglio 2014 a 10:21

    Legittima e opportuna la nota dei Fratelli D’ Italia dell’ articolo ,la scuola e’ faccenda seria e le dinamiche da risolvere in riferimento alla questione sopra citata appaiono urgenti e improrogabili .

    Rispondi

  2. Studente

    22 luglio 2014 a 10:45

    Non dimenticate anche i pendolari che vanno a Comiso,Vittoria,Scicli,Pozzallo e Modica.
    Da troppi anni viaggiare con la Tumino è uno stress continuo per orari e condizioni di rinnovamento(dell’abbonamento) ma non solo, anche per gli orari dei bus sempre più “scombussolati”, autisti maleducati e studenti del Industriale e del Geometra che sono i meno privilegiati.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Adesioni alla Pro-Loco: il 30 settembre scade il termine, a ottobre le elezioni

Scade il 30 settembre il termine ultimo per l’adesione alla Pro-Loco di Santa Croce …