Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il problema delle alghe continua a tormentare i villeggianti di Punta Secca e Caucana. La distesa di spiaggia che insiste fra le due borgate di Santa Croce, a causa delle correnti, è perennemente danneggiata dalla presenza di questi organismi, che risultano cattivi alla vista e soprattutto all’olfatto. Inoltre, le alghe accatastate favoriscono il proliferare di insetti: il risultato è quello di far scappare altrove la gente che vorrebbe usufruire per poche ore del mare: “Come cittadina ragusana e villeggiante di Punta Secca – ci scrive in una nota la signora Rosaria Agosta -, mi posso ritenere disgustata e presa in giro dal comune di Santa Croce per la negligenza e noncuranza del litorale sabbioso nella zona tra Caucana e Punta Secca, dove un deposito di alghe maleodoranti allontana turisti e villeggianti. Offesa e disgustata – ribadisce – . Vorrei aggiungere che do voce a tutte quelle persone proprietarie delle abitazioni ubicate nella zona, stanche di dover usare l’auto per cercare un posticino pulito… E inaccettabile è anche l’indifferenza degli organi competenti alle nostre lamentele. Questo è un “grido” in più in questa estate già abbastanza difficile!”. Dall’inizio dell’estate, ormai, il fenomeno delle alghe trova ampio risalto su tutte le cronache locali e ha riguardato tutte le frazioni del litorale camarinense. Ma se i cittadini continuano a lamentarsi, un motivo ci sarà: #respond!

Redazione

8 Commenti

  1. Fabio

    7 agosto 2014 a 18:48

    C’è qualcuno che amministra??? E chi??
    Io non vedo nessuno, non vedo nemmeno un sindaco..per cui…tutto dire!!!!

    Rispondi

  2. SICILIA AL NORD

    8 agosto 2014 a 15:55

    La Sicilia, povera terra….se qualcuno la amasse veramente, se i nostri amministratori si impegnassero a curarla e volerle bene, sarebbe il sogno di molti….desiderio solo di alcuni! …………………..purtroppo!!!!!!!

    Rispondi

  3. alf

    8 agosto 2014 a 16:47

    Purtroppo a santa croce ci di perde in un bicchiere d’acqua..non serve spendere migliaia di euro..basterebbe solamente tenere puliti mari e strade. Quest’ultime, insieme alle rotonde,e sembrano diventate foreste, piene di erbacce e rifiuti..mantenere pulito non credo costi poi cosi tanto..

    Rispondi

  4. rosario pluchino

    9 agosto 2014 a 09:30

    La spiaggia di punta secca al contrario è attenzionata al massimo .

    Condivise o meno , sono scelte degli attuali amministratori che distinguono e premiano cittadini e contribuenti di serie A e altri di serie B o C .
    Aggiungo… non solo spiagge , ma il fetore ceh si leva dal depuratore da c.da pescazze … non scherza mica.

    rosario pluchino

    Rispondi

    • Giusy

      9 agosto 2014 a 12:01

      Amministratori di cui le ne fa parte, visto che è consigliere comunale .giusto sig.Pluchino?

      Rispondi

      • Luca Agnello

        9 agosto 2014 a 13:48

        Parzialmente giusto sig.ra Giusy. Il collega Pluchino , come me, è consigliere comunale d’ opposizione , e la nostra è una funzione di controllo della gestione di chi amministra ,cioè Sindaco e Assessori. La invito ad assistere al prox Consiglio comunale così da poter vedere coi suoi occhi il livello di rispetto e considerazione che questa Amministrazione ha dei Consiglieri comunali che hanno l’onestà intellettuale e la responsabilità politica di fare i tanti e legittimi rilievi a chi amministra il paese.
        Cordialmente
        Luca Agnello

        Rispondi

    • fabio

      9 agosto 2014 a 12:07

      Egregio rosario pluchino (consigliere comunale), le ricordo che P.Secca NON è messa al primo posto per via dei contribuenti di serie A, ma per via di Montalbano, che è stato anche santificato , ridicolizzato e messo in mostra all’ingresso di P.Secca.

      Rispondi

  5. Turista in vacanza

    10 agosto 2014 a 14:04

    Sono un turista in visita nei luoghi della fiction Montalbano,
    mi trovo qui da 5 giorni e devo dire che nonostante la bellezza della spiaggia e dei luoghi di Montalbano, trovo veramente pessimo questo ridicolizzare il luogo del film
    con una statua vergognosa che non ha nulla a che vedere con l’attore,
    tutte queste piante e fioriere che mi sembrano un vivaio…
    A parte la bellezza della spiaggia e della casa del commissario. non ci sono servizi per i turisti, pochissimi mezzi di trasporto, spiagge sporche e per nulla curate.
    In poche parole,credo fortemente che l’eleganza del luogo è dovuta solo ed esclusivamente alla casa di Montalbano, ma per il resto è tutta una delusione , non esistono servizi per i turisti e non c’è nemmeno pulizia delle spiagge,
    in poche parole,un’amministrazione comunale incapace che non offre nulla per i turisti e di conseguenza anche per i cittadini del luogo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Adesioni alla Pro-Loco: il 30 settembre scade il termine, a ottobre le elezioni

Scade il 30 settembre il termine ultimo per l’adesione alla Pro-Loco di Santa Croce …