Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Seconda visita dei ladri nei magazzini della Medinvest. L’allarme, giovedì notte, è scattato intorno alle 3.10. I titolari dell’impresa edile si sono recati immediatamente sul posto, ma i visitatori erano già andati via, lasciando sul terreno solo alcune “tracce”. “Probabilmente getterò la spugna, non posso esporre i miei figli ad un continuo stress, nella lotta contro i mulini a vento – si sfoga amareggiato Carmelo Dimartino -. Siamo soli contro tutto e tutti, nemmeno una telefonata da parte di chi ci amministra, niente, silenzio assoluto. Solo il consigliere comunale Pluchino ha sentito il dovere civico di darci almeno la solidarietà attraverso il vostro giornale, per questo lo ringraziamo. Addirittura qualche mese fa mi è stato revocato il porto d’armi, adesso mi rivolgerò direttamente al prefetto per capire…”. Intanto è stato ritrovato il camion della ditta, rinvenuto abbandonato in contrada Salina: non presenta danni, quindi il furto è stato perpetrato almeno con l’ausilio di un altro mezzo, considerando il fatto che, nel caricamento del muletto e il conseguente rovesciamento, il camion si sarebbe potuto danneggiare. Invece niente: vuol dire che lo stavano caricando altrove. Anche l’entità dei danni è nel frattempo lievitata: i condizionatori d’aria erano venti, oltre al montacarichi e al gruppo elettrogeno. “Insomma – continua Dimartino -, non sappiamo cosa pensare. Forse ci vogliono intimidire? Questa domanda probabilmente rimarrà senza risposta”.

 Salvo Dimartino

5 Commenti

  1. Fabio

    6 settembre 2014 a 07:29

    La domanda sorge spontanea, invece di mettere le telecamere a P.Secca, con lo scopo di fare SOLO le multe alla gente, perchè non mettono le telecamere per tutelare la sicurezza dei lavoratori onesti???
    Vergogna, amministrazione di menefreghisti.

    Rispondi

  2. Giusy

    6 settembre 2014 a 07:47

    La sindachessa e tutta l’amministrazione di “democratici” , che di democratico non hanno nulla, dovrebbero pensare a tutelare la sicurezza e i diritti del cittadino onesto, invece di pensare a mettere delle telecamere inutili, create SOLO ad appiccicare multe alla gente. Sono disgustata da tutto questo schifo che regna sovrano nel comune di S.Croce. VERGOGNA.
    Vorrei vedere come si sarebbe comportata la sindaca democratica, se fosse stata al posto del Sig. Dimartino. Vergogna!!!!

    Rispondi

  3. santacruciaro

    6 settembre 2014 a 11:39

    caro signor di martino io come cittadino condanno questo vile gesto nei confronti di un lavoratore umile ma sinceramente mi creda le dico che fino a quando aspettiamo che l ammistrazione faccia qualcosa invece delle solite promesse da marinaio che hanno sempre fatto qua nn si cambia niente ci vogliono le famose ronde notturne ma fatte bene il tempo di parlare e finito ora ci vogliono i fatti concreti altrimenti meglio chiudere le case e emigrare

    Rispondi

  4. Carmelo Agnello

    6 settembre 2014 a 13:53

    E’ proprio vero si ha l’impressione e non solo impressione , che oggi lo Stato in tutte le sue forme tartassa i propri cittadini costringendoli a gesti estremi dopo averli ridotti al lastrico invece di produrre riforme ed atti a tutela , difesa e crescita della popolazione . Ci sentiamo sempre piu vittime da parte invece di chi deve tutelarci . E sono stato appena adesso dal capannone bruciato a Vittoria di miei amici si ha un senso di rabbia ed impotenza pensando a come le ns campagne sono continuamente oggetti di furti !

    Rispondi

  5. Andrea

    6 settembre 2014 a 14:39

    Trovo alquanto bizzarro e disgustoso, che l’amministrazione comunale di S.Croce, chiuda gli occhi davanti a gravissimi problemi come questo e non solo questo…
    Bisogna mettere al primissimo posto, la sicurezza del paese e dei cittadini,
    piuttosto che sprecare tempo e soldi, a mettere delle inutili videosorveglianze a P.Secca, create col solo scopo di fare le multe.
    Il cittadino è colui che paga le tasse, anche del tutto esose ed esagerate,
    quindi ha il SACROSANTO DIRITTO di essere messo al primo posto.
    Prima bisogna pensare alla sicurezza dei cittadini, poi, in ultimo piano, si può pensare alle fioriere ed altra baggianate inutili come l’amministrazione democratica.
    Vergogna!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Duecento bestie sfrattate, la famiglia Occhipinti si arrende: via il 25 gennaio

Si sono chiuse lunedì sera, dopo un tour de force durato un’intera giornata, le oper…