2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Aveva rubato uno scooter nel 2012: fermato un uomo di 28 anni, aveva con sé un tirapugni

0 156

I militari della Stazione carabinieri di Santa Croce Camerina e quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Ragusa hanno denunciato tre persone nel corso di un servizio “a largo raggio” di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere i furti nelle abitazioni e nelle aziende. I CC di Santa Croce nel corso della nottata hanno sottoposto a controllo su strada un ciclomotore Aprilia scoprendo, dal controllo incrociato dei dati di targa e telaio, che lo stesso era stato rubato nell’ottobre 2012 a Vittoria. Il conducente, perquisito, è stato trovato in possesso di un tirapugni (noccoliera) in ferro. Sia l’arma che il veicolo sono stati sequestrati e il 28enne T.A.P. è stato denunciato all’autorità giudiziaria per ricettazione e porto abusivo di arma.

Stessa sorte è capitata a un altro uomo, il 38enne C.G., fermato a bordo di una bicicletta. Uno dei militari ha avuto il sospetto che la mountain bike fosse identica a quella di una foto che il proprietario derubato aveva portato in caserma qualche giorno prima, allorquando era andato a presentare denuncia di furto. Portato il “ciclista” (che peraltro, preso “in castagna”, non era in grado di dire dove l’avesse comprata) in caserma, i militari hanno riscontrato che era identica a quella rubata. Il proprietario, giunto in caserma, ha fatto il resto, l’ha riconosciuto con assoluta certezza da alcuni particolari. La bici gli è stata direttamente restituita e il ciclista è stato denunciato per ricettazione.

Un altro uomo, il 37enne R.T., è stato fermato in piena notte sul viale delle Americhe, sottoposto a perquisizione, aveva un grosso coltello da salumiere con una lama di 26 centimetri accanto al sedile. L’uomo, peraltro già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per porto ingiustificato di oggetti atti all’offesa. Il capillare controllo del territorio e il sistematico controllo delle persone e dei veicoli sospetti porta quotidianamente risultati nella repressione dei crimini. L’attività ovviamente continua giorno e notte a tutela dei cittadini onesti e nel rispetto delle leggi.

Redazione


Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.