Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Non si sentono che lamenti sul cattivo funzionamento dei servizi elargiti ai cittadini dalle amministrazioni. Espressioni di rammarico, di insoddisfazione o di vero risentimento che sfociano spesso in manifestazioni ‘poco felici’ da più parti, senza distinzione alcuna di ceto sociale. Sindaci, assessori, tecnici, esperti a vario titolo e di varia natura sembrano essere sordi e nella stragrande maggioranza dei casi non rispondono alle accuse e si limitano a sbirciare nelle bacheche Facebook senza aggiungere nessun commento. ‘Lamintarisi è vizio’ ci ricordano da più parti, e anche i santacruciari sembrano avere ogni giorno mille motivi per lagnarsi. Una vocazione, quella della doglianza, senza dubbio atavica, consolidata da millenni di storia, spesso fine a se stessa che ormai trova ampio spazio anche tra le pagine dei social network. I vicini ragusani, di solito sempre più innovativi rispetto a noi, ma afflitti dallo stesso male, nei giorni scorsi hanno dato vita, attraverso Facebook, ad una singolare classifica dell’ ‘Oscar del lamento’ aggiornata alla fantastica, fragorosa, spettacolare, prorompente, nuova carriolata di commenti on line post evento ‘Addio all’estate’, che si è svolta a Marina di Ragusa per conto dell’Amministrazione Piccitto. L’autore si è riservato tutti i diritti, ma ha suscitato ilarità e curiosità anche da parte nostra, perciò abbiamo deciso di proporvela tenendo conto che ovviamente è una sintesi di più commenti. ‘Siori e siori, ledis end gentlemen! Dopo il successo di “Birrocco è andato male per poca birra” e i campioni d’incasso “San Giovanni è andato male per le bancarelle”, “Il concerto di Deborah è andato male perchè non c’era un presentatore”, “Non è vero era fumo le bombe erano scadenti”, “A San Giovanni sparate troppo poco / a San Giorgio troppo assai, i cani si spaventano, date i soldi agli artigiani”, ecco a voi, la NUOVA classifica dell’ “Oscar del Lamento Ragusano”:
Al 4° Posto l’evergreen “Meglio se andiamo a Roccazzo a vedere i cugini di campagna, a Ragusa mai un nome importante”
Al 3° Posto, sale di una posizione l’ex aequo
– “Devono fare più eventi, Ragusa è morta”
– “Non si devono fare questi eventi, diamo i soldi ai poveri”
Occhio che ci avviciniamo ad una nuovissima prima posizione!
Al 2° Posto nuova affermazione, sempre più convincente, per l’ex aequo
– “I fuochi erano troppo scadenti, ce ne vogliono di più” e
– “I fuochi non si devono fare, spaventano i cani”.
Premio speciale della critica, il famoso “Premio della critica alla critica” per
– “Le fontane sono durate troppo”
– “Hanno iniziato troppo in ritardo, un ritardo di tre quarti d’ora è stata una cosa gravissima!!!111!11!!”
L’associazione Ottici Riuniti Ragusani, invece, conferisce un premio speciale a
– “Da nessuna parte era scritto che ci fossero le fontane al porto e i fuochi”
Ma attenzione! Improvvisamente, inaspettato, sorprendente e meraviglioso, VINCE la nuova edizione dell’Oscar del Lamento costante la favolosa
1° POSTO ASSOLUTO
“C’erano vigili stagionali troppo giovani e il traffico era in tilt!!”. Tale singolare classifica, ci fanno sapere, è soggetta ad aggiornamento perché sicuramente, scherzi a parte, nasconde di fatto anche la rabbia di molti nostri concittadini che guardano sempre agli aspetti negativi, senza capire però che dietro ad eventi e manifestazioni, ci sono sforzi enormi e un buon lavoro di squadra. C’è anche chi ha proposto di farne un reality della classifica ,”Il grande lamento”, ovviamente saranno ammessi a partecipare solo concorrenti rausanazzi doc.

Giusy Zisa

Un Commento

  1. Sofia

    22 settembre 2014 a 12:29

    Se la gente si lamenta, avrà le sue buoni ragioni.
    Più che dire: Vietato lamentarsi , dovrebbero dire: Facciamo in modo di NON far lamentare la gente!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

E’ rinata la Fanfara dei Bersaglieri: primo obiettivo il raduno a San Donà di Piave

Una delle più significative ed esaltanti fra le tradizioni nate e cresciute con la storia …