Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si è tenuto martedì 22 settembre, a Santa Croce, un incontro fra i sindaci e gli assessori dei comuni interessati dalle riprese del “Commissario Montalbano”. Erano presenti il sindaco di Santa Croce, Franca Iurato, l’assessore all’Urbanistica di Modica, Giorgio Belluardo, il sindaco del comune di Scicli, Franco Susino, l’assessore alla Cultura del comune di Ragusa, Stefania Campo, e il sindaco di  Vittoria, Giuseppe Nicosia. Anche i sindaci dei comuni di Comiso, Ispica, Giarratana e Chiaramonte avevano comunicato la preventiva adesione alle iniziative che l’assemblea avrebbe individuato.

“I Sindaci dell’area Iblea – si legge nel comunicato emesso al termine dell’incontro -, in relazione al paventato trasferimento in Puglia della serie televisiva “Il Commissario Montalbano”, ritengono importante stabilire delle strategie comuni per raggiungere l’obiettivo comune di continuare una proficua collaborazione con la società produttrice Palomar spa. Poiché il successo della serie televisiva ispirata ai romanzi di Andrea Camilleri ha decretato nel corso di un decennio una progressiva rivalutazione del nostro territorio sul piano turistico, invitano i rappresentanti regionali della Provincia di Ragusa ad interloquire con la Regione Sicilia sulla questione all’o.d.g. e – in particolare a interpellare l’Assessore Regionale al Turismo Michela Stancheris affinché il governo regionale destini risorse per la produzione della serie televisiva “Il Commissario Montalbano”. Inoltre chiedono:
– un incontro con la Regione Sicilia volto a stabilire un supporto per la produzione nel nostro territorio;
– un incontro con la Film Commission Regionale ;
– un incontro con il Distretto Turistico degli Iblei per verificare la possibilità di rimodulare i progetti già posti in essere, al fine di destinare una quota parte di tali fondi al sostegno della produzione cinematografica, in particolare alla produzione Palomar srl per la serie televisiva “Il Commissario Montalbano”, che ha dato ai luoghi iblei una visibilità e notorietà mondiale”.

L’assessore Stancheris, già nella mattinata di ieri, aveva comunicato una dotazione di 200 mila euro per le produzioni audiovisive seriali con carattere ciclico e continuativo, istituito con un apposito disegno di legge approvato dalla giunta di Rosario Crocetta, cosiddetto “ddl Montalbano” e che sarà trasmesso all’Assemblea siciliana. “Non è un progetto ad hoc per la fiction Montalbano – ha spiegato l’assessore regionale al Turismo – ma un disegno di legge complessivo per valorizzare il territorio della Sicilia”.

Redazione

Un Commento

  1. Fabio

    24 settembre 2014 a 16:36

    Impegnatevi a risolvere i VERI PROBLEMI del paese, piuttosto che dedicarvi SOLO ed esclusivamente alla fiction di Montalbano

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Appalti più facili, Santa Croce ha la sua C.U.C.: sancito l’ingresso in Trinakria Sud

Ricordate la C.U.C.? Lo strano acronimo sta per Centrale Unica di Committenza, uno strumen…