Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Dopo l’inchiesta dell’Espresso, dello scorso settembre, sulle lavoratrici rumene sfruttate sessualmente, il territorio del vittoriese si è parecchio mobilitato; così ieri il settimanale nazionale torna a raccontarci di questo triste fenomeno, per rendere noti nuovi particolari in un articolo dal titolo “Se tua moglie non sta con me non vi pago. Rumene nel ragusano tra ricatti e soprusi”, di cui, in fondo, vi riportiamo il testo integrale.

Parecchi sono stati coloro i quali, tra cittadini comuni e produttori, sono scesi in difesa del comparto agricolo-produttivo come prova dell’assoluta serietà della maggior parte delle aziende, ma c’è anche chi chiede interventi immediati, prioritariamente di verifica. «Per i cittadini comunitari è necessario sganciare residenza e reddito, permettendo quindi a tutti di iscriversi all’anagrafe e da lì cominciare a rivendicare diritti», propone Sciurba, che ha curato una ricerca sul tema per “L’altro diritto”, centro di documentazione dell’Università di Firenze. Quest’ultimo, fondato nel 1996 presso il Dipartimento di Teoria e storia del diritto dell’Università di Firenze, svolge attività di riflessione teorica e di ricerca sociologica sui temi dell’emarginazione sociale, della devianza, delle istituzioni penali e del carcere e, attraverso il proprio sito Web, mette a disposizione degli operatori sociali e degli studiosi i risultati più rilevanti e compiuti di questa attività.

Cgil e Caritas diocesana di Ragusa si sono schierati contro lo sfruttamento e la violenza nei confronti delle donne nelle campagne. Dal 2012 è attivo anche un progetto, ‘Solidal Transfert’: trattasi di solidarietà allo stato puro a sostegno del diritto di tutti alla mobilità. Si è posto l’ obiettivo specifico di intervenire per contrastare l’isolamento sociale dei cittadini stranieri residenti nelle zone extraurbane e rurali, permettendo, a coloro che non hanno un mezzo di trasporto proprio, di raggiungere, al sicuro da eventuali speculazioni e in autonomia, il centro urbano, i servizi pubblici e privati e i luoghi di incontro necessari all’esercizio completo della propria personalità. Questo programma va avanti a forza di proroghe. Se non ci saranno novità rischia di fermarsi a fine anno. «Il progetto nel 2012 e nel 2013 – spiega infatti Scifo- è stato messo in campo grazie ai finanziamenti arrivati dal Ministero delle Pari Opportunità, ma nel 2014 è andato avanti grazie ad una proroga che scadrà proprio il prossimo 31 dicembre. Un pulmino a nove posti copre l’area tra Vittoria, Scoglitti, Acate e Santa Croce Camerina.

«Accompagniamo le donne a fare la spesa o a una visita medica. A volte persino a cercare acqua potabile», dice a l’Espresso Emanuele Bellassai della cooperativa Proxima. Così si rompe l’isolamento, si evitano i ricatti del padrone. E si ascoltano storie terribili. Mario D’Asta, dirigente regionale del Pd, fa un elogio ai volontari, alle associazioni, a Don Beniamino Sacco, il primo a denunciare i “festini agricoli”, e contemporaneamente si rivolge a tutti i soggetti che nel contesto della problematica gravissima dello schiavismo sessuale, sono chiamati a svolgere un ruolo ben preciso. Un appello per fare in modo che il fenomeno possa essere affrontato in maniera decisa e trovando quelle soluzioni che, purtroppo, ancora adesso sono molto lontano dall’essere concretizzate. “A livello provinciale, la politica si dia da fare per organizzare delle iniziative concrete di sensibilizzazione” ribadisce a tal fine D’Asta. Sulla vicenda, inoltre, già nei prossimi giorni la Cgil nazionale e regionale terranno una conferenza stampa proprio a Vittoria, mentre i deputati di Sinistra Ecologia Libertà Celeste Costantino, Marisa Nicchi ed Erasmo Palazzotto hanno depositato infatti un’interrogazione parlamentare e presto chiederanno un incontro al Prefetto di Ragusa.

Giusy Zisa

Clicca quì per vedere l’articolo dell’Espresso “Se tua moglie non sta con me non vi pago”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Hashish nelle tasche del giubbotto: fermato 20enne tunisino a Santa Croce

Controllo ad ampio raggio dei Carabinieri nel territorio di Santa Croce Camerina: nella se…