biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

L’Omotossicologia come rapido rimedio a malattie degenerative e patologie acute MEDICINA NATURALE

0 89

L’Omotossicologia, o Omeopatia antiomotossica, viene definita come metodica medica appartenente all’area delle Medicine non convenzionali e basata sullo studio dei fattori tossici per l’uomo, chiamati omotossine, identificati come cause di tutte le malattie. L’Omotossicologia viene considerata una corrente (per alcuni medici, uno sviluppo) dell’Omeopatia. L’Omotossicologia è stata fondata dal medico tedesco Hans-Heinrich Reckeweg (1905-1985), il quale disse: “Un giorno costruirò un ponte tra l’Omeopatia e l’Allopatia”, e così nel 1952 il “ponte” fu realizzato con la nascita dell’Omeopatia antiomotossica. Io definirei l’Omotossicologia una concezione innovativa dell’Omeopatia, con un suo proprio corpus teorico e metodologico ed una sua caratteristica strategia terapeutica. Il medico omotossicologo, rifiutando ogni integralismo terapeutico, utilizza tanto le acquisizioni della Medicina omeopatica/Omeopatia quanto quelle della Medicina convenzionale (Allopatia) e reinterpreta dati secondo un paradigma coerente che spiega, grazie alla propria specifica chiave di lettura, il manifestarsi dei fenomeni della salute e della malattia in modo completo. I vantaggi terapeutici rispetto all’Omeopatia classica sono: possibilità di intervento anche nelle malattie degenerative e risultati molto veloci nelle patologie acute.

Giorgio Marcialis

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.