Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Una magistrale punizione, a due minuti dalla fine, di capitan Carmelo Bonarrigo regala la vittoria e la qualificazione al Santa Croce che approda al terzo turno della Coppa Italia. Per gli azzurri del Ragusa, invece, arriva la seconda sconfitta in tre giorni che ridimensiona fortemente le velleità della squadra di mister Utro, il quale da ora in avanti dovrà contare solo sulle gare di campionato per raggiungere l’obiettivo del salto di categoria. Al Ragusa, per la seconda volta in tre giorni, sono fatali gli ultimi minuti di gioco, che vanificano la vittoria per 3-2 dell’andata. Il Santa Croce, invece, ha dimostrato di avere ancora una volta un grande cuore, e il sacrificio profuso nei novanta minuti alla fine è stato ripagato con la meritata vittoria. La cronaca. Gara fortemente condizionata dalle condizioni meteo, con un vento fortissimo che vanificava gioco e spettacolo. I locali partivanono subito con il vento a favore e al 16’ sfioravano con Puma la rete del vantaggio, con l’attaccante locale che perdeva lucidità calciando addosso a Cavone. Nonostante la grande mole di gioco i locali non pungevano. Al 20’ Puma sparava alto e al 39’ una punizione di Bonarrigo faceva la stessa fine. Nella ripresa con il vento contrario erano sempre i locali a spingere di più, con gli ospiti attendisti alla ricerca del contropiede. Al 51’ una bella combinazione fra Nei e Puma, portava quest’ultimo a calciare di poco alto sopra la traversa. Il Ragusa a questo punto iniziava a premere l’acceleratore e al 56’ un triangolo fra Valerio e Puglisi portava il difensore ibleo a calciare, ma il tiro terminava alto. Al 57’ un tiro improvviso di Pecorari colpiva la traversa e al 75’ una ghiotta occasione veniva sprecata da Vicari con un colpo di testa a botta sicura che colpiva la parte bassa della traversa terminando fuori. Gol mangiato gol subito. Così all’88’ su una punizione contestata dagli ospiti, arrivava la rete capolavoro di Bonarrigo che come all’andata fulminava Cavone con una deliziosa pennellata e portava in vantaggio i locali. La delusione dei ragusani sfociava nel nervosismo e a farne le spese erano Vicari e subito dopo Puglisi che venivano espulsi dal mediocre Campisi di Siracusa. Negli spogliatoi era forte la delusione di mister Utro. “Abbiamo perso un’altra gara all’ultimo minuto e immeritatamente. La partita è stata condizionata dal troppo nervosismo dei dirigenti locali che a mio parere hanno condizionato il direttore di gara”. Dalla parte opposta grande gioia dei due mister camarinensi che dedicano la gara allo scomparso Gianni Sgarlata.

IL TABELLINO

UPD SANTA CROCE – RAGUSA    1 – 0

UPD SANTA CROCE: ANNESE, PILUSO, NEI, SCRIBANO, SCACCO (83’ IURATO), RAGUSA, CONSALVO, RUSCICA, PUMA(70’ LA VACCARA), BONARRIGO, INCARDONA (94’ BASILE). ALL. LA VACCARA – BUONCOMPAGNI

RAGUSA: CAVONE, GENNARO (95’ LA ROSA), CICERO, TUMINO (90’ LICITRA), PUGLISI, NIGRO, BENNARDO, LICASTRI, VICARI, VALERIO, PECORARI (85’ IAPICHINO). ALL. SALVATORE UTRO

ARBITRO: GIUSEPPE CAMPISI DI SIRACUSA ( PAGANO E FUSARI)

MARCATORI: 88’ BONARRIGO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, il Santa Croce si gode i tre punti. Lucenti: “Era solo la prima battaglia”

E’ arrivata contro lo Sporting Priolo la prima vittoria in campionato per il Santa Croce c…