Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Gli davano pochi mesi di vita, ma nell’arco di un anno il mondo di Giovanni Agnello, 83enne santacrocese, si è ribaltato. Dall’ultima tac, effettuata il 20 ottobre, il cancro risulta sparito. La metastasi polmonare, che negli ultimi tempi lo aveva anche immobilizzato a letto, non c’è più. A spiegare l’incredibile scoperta è la figlia Maria, ospite a Be4Eat 2014, che di mestiere fa la biologa nutrizionista. Ed è proprio il nuovo regime di dieta somministrato ad Agnello il vero responsabile di questo “miracolo”: “La tac di un anno fa, oltre ai danni polmonari, indicava una possibile invasione del canale midollare con tutte le conseguenze devastanti del caso – spiega Maria -. Invece l’ultimo responso medico è stato eccezionale: signora, mi ha detto l’oncologo, suo padre può morire di tutto, ma certo non di cancro”. Ma cosa è cambiato negli ultimi mesi? “In febbraio, stanche e affrante di vederlo soffrire in questo modo senza avere di fatto altre possibilità di cure (gli è stata prescritta solo una radioterapia mirata alle vertebre per rallentare l’avanzata del tumore), io e mia madre ci siamo messe d’impegno. Gli abbiamo fatto seguire una dieta totalmente vegetale e integrale, come quella consigliata dal prof. Campbell nei suoi studi, eliminando anche quel poco di alimenti di origine animale che si era tenuto stretti. Gli abbiamo somministrato dei succhi verdi, intramezzati tra i pasti. E ho continuato a sostenere il suo stato fisico con l’ausilio dei funghi. Era un tentativo di addolcirgli la vita che gli rimaneva, di dargli un po’ di forze e di togliergli se possibile qualche disturbo”.

Il cambio alimentare era avvenuto negli ultimi 3-4 anni ma si è intensificato dal novembre dell’anno scorso, quando i medici avevano sentenziato che non c’era più nulla da fare. Poi, da una nuova tac effettuata per scrupolo, è arrivata la notizia più lieta: “Si registra il 90 per cento di regressione della massa tumorale. Vedevo che mio padre stava meglio e che il suo corpo rispondeva bene – racconta Maria -. Ma mai avrei pensato ad un risultato così forte e così veloce in una situazione tanto complicata e soprattutto così avanzata. Onestamente non posso affermare con assoluta certezza quale elemento abbia fatto la differenza. Quel che certo è che l’unica cosa che è stata cambiata nella sua terapia è stata l’alimentazione che si è fatta più rigorosa e dettagliata”.

Redazione

Tac n°1

Tac n°2

 

8 Commenti

  1. emanuele mandara

    7 novembre 2014 a 09:28

    la notizia riempie i cuori di gioia: auguroni e buona continuità nella vita auguri auguri

    Rispondi

  2. Salvo Todaro

    7 novembre 2014 a 11:08

    Mi fa veramente piacere aver letto questa notizia, conosco di persona il sign. Giovanni Agnello.

    Rispondi

    • lina

      19 gennaio 2015 a 23:25

      come posso fare x contattare la figlia fel signor Agnello?e per avere la stessa dieta. mio marito di 70 anni ha la stessa diagnosi . la settimana scorsa ha iniziato la chemio potete aiutarmi …certo tentare non nuoce

      Rispondi

  3. Cristian

    7 novembre 2014 a 23:26

    Buongiorno
    Il regime alimentare che è stato cambiato 3/4 anni fa è stato deciso dopo aver scoperto il tumore?
    Penso che abbia eliminato tutto il cibo di origine animale e utilizzato solo quello di origine vegetale, giusto?
    Comunque congratulazioni e in bocca al lupo!
    Alla faccia di tutte quelle persone scettiche.

    Rispondi

  4. CACCIATORE LUIGI

    7 novembre 2014 a 23:31

    VOREI ESSERE CONDATATTO AL PIU PRESTO MIO FRATELLO HA UN TUMORE ALLA TESTA GIA OPERATO ADESSO DOVRA FARE LA CHENEO E RADIOCHENOTERAPIA CHI MI PUO AIUTARE X QUESTO EVENDO COSI IMPORTANTE GRAZIE A CHI MI POTRA CHIAMARE AL PIU PRSTO IL MIO CELL 3347576476 LUIGI

    Rispondi

  5. Debora

    10 febbraio 2015 a 17:19

    Mia mamma è malata di tumore e sta facendo chemio terapia da mesi… avrei piacere di fargli provare la dieta… come posso fare ad averla? Spero di essere contattata al più presto. Grazie.

    Rispondi

  6. andrea viscuso

    12 febbraio 2015 a 09:27

    Desidererei poter contattare la figlia fel signor Agnello per avere delucidazioni sulla dieta fatta dal papà. Al di là del regime vegetale ed integrale, é interessante conoscere gli elementi del “succo verde”.
    Mia madre non piò fare la chemio.
    Ho sentito parlere della ALOE e delle Mandorle Amare, cosa ne sapete in merito?

    Rispondi

  7. luigi

    16 maggio 2016 a 21:13

    mi trovo in una situazione simile a qlla del sig.agnello mia a mia mamma gli hanno asportato un seno….. e ha metastasi alle spalle e i polmoni vorrei essere contattato dalla dott.sa maria agnello magari x sapre che dieta ha fatto il padre ecc grazie….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

E’ rinata la Fanfara dei Bersaglieri: primo obiettivo il raduno a San Donà di Piave

Una delle più significative ed esaltanti fra le tradizioni nate e cresciute con la storia …