biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Omeopatia e omotossicologia per le malattie reumatiche MEDICINA NATURALE

0 204

Le malattie acute e croniche dell’apparato locomotore (formato da ossa, muscoli, tendini, legamenti, capsule articolari e borse) rappresentano circa il 40% delle richieste sanitarie in uno studio di Medicina Generale. Se a questo dato si aggiunge che la durata della vita media sta progressivamente aumentando e che le malattie croniche artro-mio-fasciali sono prevalentemente provocate da alterazioni meccaniche, del metabolismo e da “usura”, l’interesse verso queste forme patologiche stimola sempre più numerosi specialisti: il fisiologo a scoprire nuove relazioni tra dolore e postura, muscolatura intrinseca podalica, anatomia funzionale e fisiopatologia meccanica; il biochimico verso studi avanzati sul metabolismo ossidativo e non, sulla sostanza fondamentale, sul tessuto connettivo; il clinico ed il medico pratico (come me) a cercare di ricostruire il “come” dei sintomi e il “perché” della lesione e a proporre una valida terapia possibilmente senza effetti collaterali negativi.

Le attuali tecniche strumentali sono tali da poter affrontare la diagnosi con relativa praticità e facilità di esecuzione, nonché con un notevole ampliamento dell’oggettività clinica e della sicurezza diagnostica. L’Omeopatia, ed in particolare l’Omotossicologia, ben si inseriscono in questo contesto: esse, infatti, non operano con farmaci specifici (acido acetilsalicilico, farmaci antinfiammatori non steroidei, cortisonici) sullo specifico distretto patologico, ma, al contrario, con farmaci di provata efficacia e scientificamente molto ben documentati, agiscono sulla flogosi e sul dolore (ma anche sulla ricostruzione della cartilagine articolare e direttamente sul “distretto” di sofferenza); queste discipline, pertanto, sono in grado di proporre una strategia terapeutica duttile a breve, a medio e a lungo termine, utilizzando, fra gli altri, anche farmaci iniettabili localmente, secondo gli ultimi “trends” della terapia ortopedica, reumatologica e traumatologica.

Giorgio Marcialis

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.