Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si ferma la striscia di risultati positivi del Santa Croce, che nel sentito derby contro il Ragusa cede la posta in palio, mantenendo comunque inalterata la terza posizione in classifica. I camarinensi sono apparsi sottotono contro un Ragusa vispo e in palla che nell’arco dei novanta minuti ha sicuramente macinato più gioco, meritando ampiamente la vittoria. Il Santa Croce del duo La Vaccara-Buoncompagni, invece, deve fare “mea culpa” per alcune occasioni sprecate ingenuamente nella prima frazione di gioco, ma soprattutto per l’evidente calo fisico che nella ripresa ha consentito agli ospiti di uscire alla distanza. Ai locali sono mancati soprattutto le individualità dei giocatori più rappresentativi, ma coralmente la squadra non è dispiaciuta e la pratica potrebbe essere chiusa semplicemente come un incidente di percorso. Fra i locali ci si aspettava, invece, l’esordio dell’ultimo arrivato Damiano Buscema, ma qualche problema nel tesseramento posticiperà l’esordio del forte centrocampista nel derby di domenica prossima contro il Comiso. La cronaca. La gara inizia con qualche minuto di ritardo per via di una singolare riserva scritta dai dirigenti ospiti che contestavano le misure delle porte. L’arbitro insieme ai capitani controllavano diligentemente le misure che risultavano consone al regolamento. Dopo dieci minuti di ritardo la gara prendeva il via e al 4’ un colpo di testa di Scacco metteva i brividi alla difesa ospite, ma, il pallone andava a lambire la porta di Caruso. Al 11’ erano ancora i locali a farsi pericolosi con lo sgusciante Piluso che di testa mandava alto. La reazione del Ragusa era affidata a Vicari che conquistava palla a centrocampo, ma si faceva recuperare dal giovane Di Martino. Al 16’ un’azione al limite d’area portava al tiro Bonarrigo, ma la palla sfiorava il palo. Al 25’ il Ragusa si faceva vedere con un tiro da fuori di Bennardo parato in due tempi da Annese, ma l’occasione migliore del primo tempo toccava a Piluso il cui diagonale usciva di poco.

Nella ripresa gli ospiti si facevano più pressanti e al 46’ un tiro a botta sicura di Li Castri era parato con i piedi da Annese. Era ancora il centrocampista palermitano al 55’ a mettere i brividi al portiere locale con un rigore in movimento, ma Annese si superava in tuffo. Era il preludio alla rete che arrivava al 70’ con un cross di Sella su cui si avventava Vicari di testa che insaccava. I locali accusavano il colpo e cedevano il fianco, così all’85’ Sella in contropiede falliva il raddoppio con un pallonetto che colpiva la traversa. I locali in inferiorità numerica (espulsione di Scacco), tentavano l’arrembaggio alla ricerca del pareggio e al 91’ sfioravano il colpaccio con una scivolata di Buoncompagni che terminava di poco fuori. Il triplice fischio finale vanificava lo sforzo dei locali che erano costretti alla resa.

PER RISULTATI E CLASSIFICA CLICCA QUI

IL TABELLINO 

UPD SANTA CROCE – USD RAGUSA    0 – 1

UPD SANTA CROCE: ANNESE, RAGUSA, BASILE, SCRIBANO, SCACCO, DI MARTINO, PILUSO, RUSCICA (85’ BUONCOMPAGNI), LA VACCARA (65’ PUMA), BONARRIGO, INCARDONA. ALL. LA VACCARA – BUONCOMPAGNI
RAGUSA: CARUSO, GENNARO, IAPICHINO, TUMINO, MILAZZO, NIGRO, BENNARDO (68’ TOMEO), LI CASTRI, VICARI (88’ TERRANOVA), VALERIO, SELLA(92’ CORSO). ALL. ANTONIO MARLETTA
ARBITRO: EMANUELE CRUPI DI MESSINA
MARCATORI: 70’ VICARI.
AMMONITI: INCARDONA(SC), IAPICHINO, TUMINO, VICARI E VALERIO (RG)
ESPULSO: SCACCO (SC)

(Fotogallery a cura di Lino Scillieri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Basket, l’Olympia Comiso vince il quadrangolare. Cresce la “giovane” Vigor

E’ stata l’Olympia Comiso ad aggiudicarsi il quadrangolare amichevole organizzato dall’A.D…