biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Dramma a Vittoria: un uomo è stato ucciso in pieno centro da due sicari

0 102

Un altro clamoroso fatto di cronaca nera si abbatte sulla provincia di Ragusa. A Vittoria, infatti, un uomo è stato assassinato domenica sera in pieno centro, all’angolo fra via Roma e via Carlo Alberto. La vittima è Michele Brandimarte, 53 anni, originario di Oppido Mamertino, in Calabria, e già noto per reati specifici anche gravi. Il 53enne stava passeggiando con altre persone, quando sono sopraggiunti due sicari a bordo di uno scooter. Uno è rimasto in sella, l’altro invece è sceso e ha fatto fuoco con una pistola. L’uomo è stato colpito alla testa e alla schiena ed è morto sul colpo, i killer invece si sono dileguati approfittando del panico creato tra la folla. Non risultano altri feriti.

Da tempo la vittima viveva a Gioia Tauro, dove avrebbe avuto contatti con esponenti della criminalità organizzata locale. Secondo una prima ricostruzione a sparare sette colpi di pistola calibro 7,65 sarebbero stati due sicari. I carabinieri stanno ricostruendo gli ultimi spostamenti del 53enne e le sue frequentazioni. Non si esclude che l’omicidio sia da inquadrare nell’ambito di contenziosi economici tra gruppi calabresi e siciliani. Sull’omicidio ha aperto un’inchiesta la Procura di Ragusa.

UPDATE: L’ASSASSINO SI COSTITUISCE
E’ Domenico Italiano, di 23 anni, di Gioia Tauro, l’uomo che si è costituito al Commissariato di Polizia di Gioia Tauro, affermando di essere l’autore dell’omicidio di Michele Brandimarte, di 53 anni, ucciso nella serata di ieri a Vittoria. Secondo la prima versione fornita ai poliziotti da Italiano, che ha solo un precedente per stalking, lui e Brandimarte, che si trovavano assieme sul corso principale di Vittoria, hanno avuto una lite che poi è degenerata. Non si conosce l’oggetto della discussione scoppiata tra i due finita nel sangue.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.