Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Santa Croce fa sul serio e, nella difficile trasferta di Palazzolo Acreide, supera in rimonta i gialloverdi locali, violando per la prima volta in questa stagione il terreno di gioco aretuseo. La gara, valevole per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Promozione, era considerata un vero e proprio scontro diretto per la zona playoff e Bonarrigo e soci hanno superato l’ostacolo. Naturalmente, i camarinensi hanno dovuto sudare le cosiddette sette camice per avere la meglio sui locali, ma la tenacia e lo spirito di sacrificio dei biancazzurri ha avuto il sopravvento. Il Santa Croce, infatti, dopo una partenza in sordina, nella quale i locali forti di una decisa pressione offensiva riuscivano a passare in vantaggio, dapprima pareggiavano e allo scadere della fine della frazione passavano in vantaggio. La gara nel secondo tempo vedeva la forte replica dei locali ma l’accorta difesa biancazzurra chiudeva senza troppi problemi, riuscendo a conservare il vantaggio e i tre punti.

La cronaca. Santa Croce in formazione inusuale con un centrocampo inedito (Buscema e Scribano) e con l’unica punta centrale Puma che si sacrificava e infastidiva la difesa ospite. Erano subito i locali a sfiorare la rete al 2’ con un tiro di Linares che impegnava Annese con i pugni. I camarinensi non riuscivano a trovare il bandolo della matassa e al 5’ Annese compiva un autentico miracolo deviando un tiro di Miraglia sul palo. Era il preludio al vantaggio locale che arrivava all’11’, grazie a un errore del giovane Di Martino che favoriva Miraglia il quale insaccava di pallonetto. I camarinensi reagivano e guidati da un superlativo Bonarrigo salivano in cattedra, sfiorando al 25’ il pareggio con un tiro dello stesso fantasista che sfiorava il palo. Al 40’ i biancazzurri raggiungevano il pareggio con il settimo sigillo stagionale di Giovanni Puma che sfruttava un passaggio millimetrico di Bonarrigo e con un tocco preciso superava il portiere locale. I biancazzurri non si fermavano e al 44’ conquistavano un rigore con Incardona che era trasformato da Bonarrigo. La rete del fantasista biancazzurro giunto alla decima marcatura in campionato (sedici fra campionato e coppa) dava morale ai camarinensi che nella ripresa dovevano subire il ritorno dei palazzolesi. Nonostante la forte pressione dei locali la difesa camarinense reggeva e l’unico pericolo arrivava all’88’ con un tiro di Calabrese che terminava in rete, che però era giustamente annullata dal direttore di gara per un netto fuorigioco di Gennarini che impediva la visione ad Annese. Adesso al Santa Croce spetteranno due turni consecutivi di riposo.

PER RISULTATI E CLASSIFICA CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Real Boys, sfilano al Kennedy i baby-calciatori di 6 e 7 anni: lo sport è festa

Nel giorno della festa dell’Immacolata, allo stadio comunale di Santa Croce la Madonna è s…