Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Era sul tetto per riparare delle infiltrazioni e sistemare dei pannelli fotovoltaici, quando ha messo il piede in fallo ed è precipitato da un’altezza di 8 metri: è finta in modo terribile, ad appena 18 anni, la vita di Giovanni Distefano. Il ragazzo, scomparso nel pomeriggio nella zona industriale di Comiso, lavorava nell’azienda del padre, specializzata nella produzione di manufatti in cemento e perforazioni. Ha battuto la testa e la schiena per terra, dopo aver sfondato, durante la caduta, alcune lastre di eternit. Giovanni è morto prima dell’intervento dell’elisoccorso, che era stato immediatamente allertato dai suoi colleghi increduli e che avrebbe dovuto trasportarlo d’urgenza a Catania. Sono in corso delle indagini per accertare il rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro. Tutta l’area è stata transennata e posta sotto sequestro. Sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Operazione “Agnellino Bis”: 13 arresti per spaccio, uno a Santa Croce FOTO

L’operazione antidroga “Agnellino” dell’aprile 2014, coordinata dalla Procura Distrettuale…