Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Santa Croce sarà nuovamente a riposo nella prossima giornata del campionato di Promozione che vedrà degli scontri interessanti nella parte alta della classifica. I camarinensi, nonostante la sosta forzata di domenica scorsa, hanno mantenuto la terza posizione in graduatoria, anche se sono stati raggiunti a pari punti dal Gela. I risultati venuti fuori dalla terza giornata del girone di ritorno, sono stati favorevoli alla squadra di La Vaccara e Buoncompagni che hanno tirato un bel sospiro di sollievo per non aver perso posizioni. Adesso, però, ci sarà un’ennesima sosta forzata, l’ultima, che, stavolta, potrebbe far perdere la terza piazza in classifica a favore del Gela, se quest’ultimo vincesse o pareggiasse con la capolista Sicula Leonzio. La squadra, intanto, in queste due settimane ha tirato il fiato, cercando di recuperare gli acciaccati. I due tecnici, inoltre, hanno approfittato del riposo per far svolgere alla squadra una mini preparazione atletica in vista del rush finale del campionato. Il carnet dei biancazzurri nei prossimi mesi, infatti, sarà abbastanza fitto, in quanto, oltre a essere impegnati in campionato, dovranno affrontare anche i quarti di finale di Coppa Italia, che potrebbe essere la seconda via per approdare nel campionato di Eccellenza. “La lunga sosta, causata dal ritiro delle squadre a campionato iniziato, non è stata di certo un toccasana per noi – dice il dg Claudio Agnello -. La lega dovrebbe prendere dei provvedimenti importanti, visto che questo malcostume è ormai diventato una prassi scoraggiante. E’ evidente che le società che amministrano con diligenza, come la nostra, non sono per niente tutelate, anzi a volte sono considerate scomode. Per quanto riguarda il lato tecnico del campionato, nelle ultime giornate ci aspettavamo che le pretendenti ai playoff avrebbero preso il largo e invece qualcuna ha subito brusche frenate. Adesso – continua Agnello – spetta a noi tornare in campo e continuare a correre. Siamo parecchio ingombranti per le big del torneo e vogliamo continuare ad esserlo fino alla fine. Fino ad adesso pensiamo di meritare ciò che abbiamo raccolto e rimaniamo consapevoli che mantenere certi ritmi non sarà semplice, specie per una squadra come la nostra che concorre in due competizioni, campionato e coppa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio a 5, Zocco spinge il Kamarina: “Quel k.o. a tavolino è il nostro stimolo”

Il Cs Kamarina torna a respirare aria di casa: sabato alle 17 la formazione di Peppe Marin…