Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La Medicina Antroposofica, disciplina olistica descritta intorno agli anni venti dal filosofo austriaco Rudolf Steiner (1861-1925) in collaborazione con un medico olandese, la dott.ssa Ita Wegman (1876-1943), viene spesso considerata difficile da comprendere e da applicare, e ciò ha un fondo di verità. Tuttavia, l’approccio fenomenologico alla salute e alla malattia che illustra le relazioni evolutive con le sostanze dei regni della natura, minerali o vegetali, è una porta di ingresso aperta a qualsiasi medico: antroposofo, omeopata, omotossicologo, fitoterapeuta o semplicemente interessato a gettare uno sguardo su un mondo che può offrire aiuti, piccoli o grandi ma sempre biologicamente sostenibili, a tutti gli individui che cercano aiuto.

La Medicina Antroposofica rappresenta un ampliamento della Medicina Convenzionale, che insiste su una tripartizione dell’uomo in tre poli: quello neurosensoriale, quello del ricambio e quello ritmico. L’origine delle malattie risiede nello squilibrio tra queste componenti. In una visione olistica, la Medicina Antroposofica mira a correggere l’equilibrio alterato del paziente nella sua totalità, stimolando la capacità di reazione internata nel suo organismo: il malato è considerato nella sua unicità e va aiutato a progredire nel suo sviluppo spirituale. La Medicina Antroposofica si avvale di sostanze naturali, strategie terapeutiche (euritmia, pedagogia, balneoterapia e terapie fisiche manuali ed artistiche) e suggerimenti dietetici.

(a cura di Giorgio Marcialis)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Le ricette di Joseph: oggi in tavola… Spaghetti con totanetti veraci e capperi

Torna l’appuntamento con Joseph Micieli, che ogni sabato mattina ci porta dritti nel…