Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Quello venuto fuori dalle motivazioni del Tribunale del riesame sembra il ritratto di un mostro: spietato, lucido assassino, manipolatore, pronto a uccidere ancora. Per questo motivo Veronica Panarello, accusata dell’omicidio del figlio Loris, è rimasta in carcere. Anche se quel “mostro”, adesso, fatica a reggersi in piedi. L’avvocato difensore, Francesco Villardita, ne descrive lo stato fisico e mentale in poche battute: “E’ una donna distrutta, pesa 38 chili – spiega il legale durante la trasmissione di Radio 24, ‘Effetto Notte, le notizie in 60 minuti’ – Veronica si professa sempre innocente, continua a combattere e continuerà, ritengo, a farlo. Sotto il profilo fisico ovviamente è una donna distrutta. Lascio solo immaginare in quale condizioni fisiche e psicologiche può trovarsi una persona che arriva oggi a pesare 38 chili, e ne ha perduti 9, per la scomparsa del figlio, per non poter vedere l’altro figlio e per essere privata della sua libertà personale”. Dopo aver letto il provvedimento con cui i giudici hanno respinto la scarcerazione della donna, Villardita non si è detto sorpreso. Leggerà le 109 pagine del dispositivo prima di intraprendere nuove azioni: probabile il ricorso in Cassazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa, giovane arrestato per furto di energia elettrica. Controlli a Santa Croce

I Carabinieri della Compagnia di Ragusa hanno eseguito nella giornata di ieri diverse perq…