Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Come anticipato da Santa Croce Web in questo articolo (clicca qui), sono stati effettuati degli esami irripetibili su un paio di forbici da elettricista, con lama bronzata da 13 cm, e su una cintura da bambino, di colore giallo e blu, appartenuta a Loris. La conferma è arrivata da Daniele Scrofani, avvocato di Davide Stival: “Il mio assistito ha notato la cintura a casa normalmente riposta, e ha detto: ‘Ma questa cintura era quella che metteva sempre il bambino’. A questo punto, insieme ad una forbice, che non era stata ancora sequestrata, lui l’ha portata alla polizia e la magistratura l’ha già sottoposta ad un accertamento tecnico irripetibile che è stato effettuato il 29 gennaio a Palermo”. La mattina della scomparsa Loris non portava alcuna cintura. La madre Veronica Panarello ha riferito, nel corso dei primi interrogatori, di non aver visto se il figlio l’avesse indossata o meno. All’appello mancano ancora gli slip e lo zainetto del bambino. Sia cintura che forbici, però, potrebbero risultare determinanti ai fini dell’indagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

“Posti di lavoro in cambio dei voti della Stidda”: le accuse all’ex sindaco Nicosia

L’hanno ribattezzata Operazione “Exit Poll”, visto il legame con la poli…