Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Ciclo mestruale scarso, doloroso, irregolare? Difficoltà a perdere peso e anche presenza di peli in eccesso? Potrebbe trattarsi di sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). Questa è una patologia che può compromettere la qualità della vita femminile in qualunque momento dell’età fertile. La PCOS è caratterizzata dalla presenza in una o in entrambe le ovaie di numerosi piccoli follicoli cistici di dimensioni variabili da pochi millimetri a mezzo centimetro. La sindrome può presentarsi in forma acuta per poi cronicizzare e complicarsi con la comparsa di altre disfunzioni ginecologiche. Le complicazioni più frequenti, che possono insorgere in caso di cronicizzazione della sindrome, sono:

  • l’amenorrea (sospensione del ciclo mestruale),
  • l’ipomenorrea (mestruazioni scarse),
  • l’infertilità.

La paziente affetta da PCOS può trarre sicuramente giovamento dalla terapia omeopatica, in quanto agisce in profondità. L’approccio dell’Omeopatia/Medicina Omeopatica (disciplina non convenzionale fondata dal medico tedesco Christian Friedrich Samuel Hahnemann (1755-1843)) alla PCOS è, come per tutte le altre patologie, un approccio olistico. Ciò significa che durante la visita omeopatica il medico (omeopata) valuterà certamente con attenzione tutti i risultati clinico-diagnostici, ma poi lascerà parlare la paziente. Questa parlerà di tutta la sintomatologia da cui è affetta; parlerà di tutti i suoi sintomi, fisici e mentali; parlerà di tutte le sensazioni legate alla sindrome. L’omeopata le chiederà di descrivere tutte le situazioni che le comportano un aggravamento dei sintomi e le situazioni che invece comportano un miglioramento dei sintomi. Si affronterà il quadro mentale, i sogni, il sonno, l’alimentazione, la traspirazione, tutto l’organismo verrà studiato.

Alla fine della visita omeopatica verranno prescritti dal medico uno o più rimedi che sarà/saranno valido/validi solo ed esclusivamente per lei. Ecco perchè una delle definizioni dell’Omeopatia è: “E’ una scienza che cura il malato e non la malattia”. Qui di seguito riporto un elenco dei rimedi omeopatici più frequentemente utilizzati nel trattamento della PCOS, ma sconsiglio assolutamente a chiunque di utilizzare medicinali omeopatici senza prima essersi recati da un medico omeopata (come me). Solo lui, infatti, dopo una visita accurata, riesce a stabilire quale/quali rimedio/rimedi prescrivere alla paziente affetta da PCOS, la corretta diluizione del/dei medicinale/medicinali e la corretta posologia. I rimedi omeopatici più frequentemente utilizzati in caso di PCOS sono i seguenti:

  • LYCOPODIUM,
  • APIS,
  • THUJA,
  • LACHESIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Le ricette di Joseph: oggi in tavola… Spaghetti con totanetti veraci e capperi

Torna l’appuntamento con Joseph Micieli, che ogni sabato mattina ci porta dritti nel…