Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“ItaliainComune” non è un’associazione di Enti Locali, ma una rete squisitamente orizzontale di Amministratori che lavora per migliorare la qualità della vita nei propri Comuni. Lo scorso fine settimana anche il consigliere comunale Luca Agnello (“Noi ci crediamo”) ha partecipato all’incontro di Cerveteri, promosso dal sindaco della città laziale, Alessio Pascucci. “Abbiamo celebrato l’epifania di un modus operandi già presente nei cuori di chi vuole bene alla propria comunità, e che aveva solo bisogno di esplodere in tutta la sua positività – spiega Agnello in una nota -. L’Italia che non si ferma ai problemi ma ne condivide le soluzioni, si apre a quanti vogliano mettere a disposizione i propri successi e anche a chi ha l’umiltà di capire che le cose buone non c’è bisogno di inventarsele, basta copiarle. Un inciso doveroso per i miei concittadini. Il mio imbarazzo in rappresentanza dei santacrocesi nel non aver presentato all’iniziativa nessuna ‘buona pratica’ in essere del nostro Comune. Nonostante la mia preventiva disponibilità verso l’amministrazione di S. Croce in merito, non ho ricevuto nulla da proporre. La speranza è che questo progetto di condivisione possa stimolare la nostra amministrazione a cogliere le opportunità che la rete delle ‘buone pratiche’ può offrire”.

A proposito di Italia che funziona, Agnello ribadisce che “le idee buone hanno bisogno anche delle gambe allenate e preparate su cui camminare. Un esempio, nel nostro contesto, è la caserma di Punta Secca. Si tratta di un’idea buona, supportata però da gambe impreparate. Il risultato? Due denunce e danno maggiore del guadagno. Il principio – insiste il consigliere – è quello della condivisione, dell’umiltà nel sapere accettare i propri limiti e nel saper prendere spunto da chi ha già trovato soluzioni a problemi simili. Il “marchio collettivo” è un altro esempio, purtroppo, fatto in casa”.

2 Commenti

  1. OSSERVATORE

    10 marzo 2015 a 14:12

    ANCORA???? Sono in profondo imbarazzo IO a vederlo in questa foto su un palco dove, a suo dire, “non aveva presentato all’iniziativa nessuna ‘buona pratica’ in essere del nostro Comune”, “Nonostante la sua preventiva disponibilità verso l’amministrazione di S. Croce in merito”… magari sarà salito solo per denigrare… o solo per “apparire”… perennemente in campagna elettorale!!

    Rispondi

  2. Luca Agnello

    10 marzo 2015 a 15:03

    Gentile osservatore, mi scuso per averti farti imbarazzare. Guai a denigrare il proprio paese ( eventualmente c’è il video a conforto di quello che dico ), ma provare a migliorarlo sì, questo è un dovere civico; almeno tra di noi, comunque , dobbiamo guardarci in faccia (la tua non la conosco, ma per chiarimenti sai dove trovarmi, sono sempre disponibile al dialogo) e dirci le cose per come stanno.
    E’ noto che questa Amministrazione sia più sensibile ai solleciti mediatici che a quelli nelle sedi istituzionali ( rimanendo sul discorso dell’ apparire ) e tali solleciti sono la strada più efficace per smuovere le acque, pazienza, ce ne siamo fatti una ragione già da un bel po’ di tempo e lavoriamo di conseguenza.

    p. s. La campagna elettorale è finita da quasi 3 anni ormai, e il 2017 è ( purtroppo o per fortuna, secondo i punti di vista ) ancora lontano.

    p. p. s. poiché sai dove cercarmi, rimango a disposizione per far leggere la richiesta che presentai all’ amministrazione giorni fa.

    cordialmente

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Consiglio, Zago fonda gruppo “Diventerà Bellissima”: “Ma resto all’opposizione”

“In un momento in cui il movimento politico “Diventerà bellissima”, che è stat…