Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Continua su Santa Croce Web la rubrica settimanale “In bocca a… Scjabica”. Chef Joseph Micieli, già protagonista a ‘La prova del cuoco’ e titolare del ristorante Scjabica, a Punta Secca, ogni sabato ci propone una gustosa ricetta per soddisfare il vostro palato. Oggi è la volta degli…

ARANCINI DI PESCE FRESCO CON SPADA, GAMBERI E COZZE

Ingredienti

Per il riso:

  • 500 gr di riso Roma
  • 1 l di brodo di pesce
  • ½ cipolla bianca
  • 1 bustina di zafferano
  • 3 uova
  • burro e peperoncino
  • pepe nero
  • olio extravergine di oliva

Per il ripieno:

  • 500 gr di cozze sgusciate
  • 200 gr di gamberi sgusciati
  • 500 gr di pesce spada fresco a cubetti
  • 120 gr di provola fresca
  • 2 spicchi d’aglio
  • prezzemolo fresco
  • olio, sale e pepe

Per friggere:

  • 200 gr di farina acqua
  • 500 gr di pangrattato
  • 2 l di olio di semi di arachide

Procedimento

Per il riso: Soffriggere la cipolla con olio e peperoncino. Sfumarla con il brodo e aggiungere il riso. A metà cottura aggiungere 2 noci di burro e lo zafferano. Una volta cotto, stendere il riso e lasciarlo intiepidire. Sbattere le uova con il pepe nero e aggiungerle al riso ormai freddo.

Per il ripieno: Far aprire le cozze con un soffritto di aglio, olio e peperoncino e una sfumata di vino. Pulire i gamberi rossi. Unire le cozze sgusciate e i gamberi, irrorarli con un filo d’olio e aggiungere del prezzemolo. Salare e pepare.

Per friggere l’arancino: Preparare una pastella in una ciotola d’acciaio (farina + acqua) fino ad ottenere un composto corposo e liscio. Prendere dunque una manciata di riso freddo, creare una tasca e inserire all’interno il ripieno di cozze e gamberi rossi + 2 dadi di provola. Con l’aiuto dell’altra mano, chiudere il riso su se stesso creando una sfera. Passare l’arancino nella pastella e poi nel pangrattato. Far riposare in frigorifero almeno 2 ore e poi friggerlo in olio di semi di arachide a 170°-175°.

Lo chef Joseph consiglia in abbinamento una fresca birra artigianale bionda fermentata con grano siciliano (Timilìa). Buon appetito!

Fate un salto da Scjabica – Sito ufficiale / Pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Appalti più facili, Santa Croce ha la sua C.U.C.: sancito l’ingresso in Trinakria Sud

Ricordate la C.U.C.? Lo strano acronimo sta per Centrale Unica di Committenza, uno strumen…