Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Continua incessante la creazione di opere da parte dell’artigiano-artista, Antonino Barone. Giusto per ricordare, il Barone è il creatore di diverse statue in acciaio. Alcune di queste sono state esposte per qualche tempo nel territorio di S.Croce su disposizione del Comune, che prima ne aveva autorizzato l’allocazione in vari punti strategici e poi le ha fatte rimuovere. Comunque, come dicevamo, la grande passione che anima l’artista fa sì che la creatività dello stesso non abbia al momento soluzione di continuità. Qualcuna di queste opere si trova già ad arredare il giardino di qualche imprenditore della provincia, ma la notizia è che una di queste opere è stata donata ad una personalità molto importante, di cui al momento non possiamo svelare l’identità. Si tratta dell’opera che vedete raffigurata: è la mano di Cristo, insanguinata e con il chiodo della crocifissione. Una immagine che è molto eloquente, parla come il volto del Gesù sofferente sulla Croce. Difatti, l’artista l’ha voluta intitolare “La Passione di Cristo”. L’attimo, la sofferenza, il silenzio, la solitudine, poi il perdono. “L’ho realizzata in un mese e mezzo ed è unica al mondo nel suo genere, vivo  di immaginazione e fantasia, ho scoperto in me questa vena artistica molto tardi ed è diventata una passione a cui non so assolutamente rinunciare. Questa mia ultima fatica mi ripagherà in termini di soddisfazioni, facendomi dimenticare tutte le maldicenze che sono state dette sul mio conto”. Si esprime così Barone, mostrandomi nel frattempo altre opere che sono in cantiere già vendute. “Sono tante le auto che si fermano per fotografare e ammirare le statue che sono esposte nel giardino, tantissimi i bambini che chiedono di fare i selfie con la statua di pinocchio o con la sirena. Tutto ciò mi gratifica e non poco. Quando sarà il momento svelerò l’identità del destinatario della “Passione di Cristo”. Per la prima volta ho realizzato un’opera di piccole dimensioni, contrariamente a quanto fatto finora”. Si conclude con questa dichiarazione, il nostro piccolo viaggio fra le passioni e l’arte di “mastro” Nino Barone.

Un Commento

  1. Alessandro

    17 marzo 2015 a 08:19

    Abbiamo a santa croce un vero e proprio artista capace di realizzare manualmente queste opere non è di tutti!!!.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Musica, gastronomia e bimbi in festa: il meglio della prima notte bianca VIDEO

La prima notte bianca di Santa Croce Camerina è andata in archivio. Una serata condita da …