Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Circolo Meridiana e quello di Fratelli D’ d’Italia di Santa Croce Camerina, sono stati protagonisti di una conferenza stampa in riferimento ai recenti, violenti fatti di cronaca, in particolare quelli che hanno visto protagonisti, sabato scorso, gruppi di extracomunitari armati di coltelli e bottiglie di vetro, che hanno messo seriamente a rischio la tranquillità del paese e danneggiato inevitabilmente l’immagine dello stesso nei giorni di festa per il santo patrono, quando nel nostro territorio erano ospiti un numero elevato di turisti anche stranieri. Davide Mandarà per Fratelli d’Italia, insieme a Giuseppe Di Martino e Gianfilippo Sallemi per il Circolo Meridiana, e Luca Agnello, consigliere comunale di Noi ci crediamo, hanno risposto alle domande dei presenti che vi proponiamo anche in una breve intervista attraverso la quale hanno illustrato le linee guida che intendono seguire per arginare un problema, quello della sicurezza, che riguarda i cittadini tutti senza distinzione alcuna di razza, ceto sociale, credo religioso o politico. Presenti alla conferenza stampa anche altri consiglieri dell’opposizione, Salvatore Di Marco, Gaetano Pernice, Carmelo Portelli che hanno portato un valido contributo alla discussione.

L’appello urgente ad intervenire nell’immediato è rivolto all’Amministrazione comunale, al sindaco in primis, affinché venga convocato un Consiglio comunale urgente e straordinario aperto alla cittadinanza con la partecipazione di sua Eccellenza il Prefetto e del comando provinciale dell’Arma dei carabinieri. A quest’ultimo si chiede un accordo con l’amministrazione comunale affinché si riesca a realizzare un presidio permanente della stazione dei carabinieri che possa contare su un numero maggiore di uomini e sia attivo ventiquattro ore su ventiquattro. Questa richiesta è la massima espressione dell’esigenza stessa dei cittadini santacrocesi che in preda al panico hanno lanciato un accorato appello alle organizzazioni politiche sopra citate. Necessaria appare la realizzazione di un progetto ben definito di prevenzione degli atti criminali, una serie di interventi e ordinanze in materia di ordine pubblico e sicurezza, già presentato al sindaco attraverso una petizione popolare datata giugno 2013 a cura del Circolo Meridiana stesso che ad oggi non ha trovato riscontro alcuno. La redazione del nostro giornale continuerà a seguire l’evolversi dell’intera vicenda e relazionerà, come ha sempre fatto, dei fatti di cronaca che potrebbero ancora verificarsi, nel pieno rispetto dell’esigenza di informazione dei suoi numerosi lettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Le risposte di Barone: “Ripristiniamo i wc pubblici. Sicurezza? Serve pazienza”

Il sindaco “più amato degli ultimi trent’anni” – com’è stato definito in modo provocatorio…