attualmobili1350
Luana Centro Estetico
micieli22184x268
Il Delfino

Marina di Ragusa – Arrestato per furto aggravato un uomo di 36 anni. Stava rubando l’arredo di un’abitazione

0 9

Ieri pomeriggio, nel corso di un servizio coordinato di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Ragusa lungo le località costiere della Provincia, i Carabinieri della Stazione di Marina di Ragusa hanno tratto in arresto per furto aggravato AMICO Michele, classe 1980, pregiudicato. La pattuglia era impegnata in uno dei diuturni servizi finalizzati a vegliare sulla sicurezza dei cittadini, soprattutto nella fascia costiera, quando la sua attenzione è stata attirata da un’auto in sosta nei pressi di un’abitazione isolata in Contrada Pozzillo. I due Carabinieri, insospettitisi, si sono quindi fermati per verificare cosa stesse accadendo.

I loro sospetti sono aumentati quando hanno constatato che una porta sul retro dell’abitazione era socchiusa. Varcata la soglia dell’abitazione, i due Carabinieri si sono trovati di fronte a un soggetto pregiudicato, già noto ai militari della Stazione di Marina di Ragusa, colto stavolta con le proverbiali mani nel sacco, nell’atto di asportare varie suppellettili dell’arredo dell’abitazione. Vistosi scoperto, AMICO Michele ha accennato ad un velleitario tentativo di fuga, ma è stato subito fermato dai Carabinieri. La successiva perquisizione dell’auto ha consentito di rinvenire altra refurtiva, già accantonata e pronta per essere trasportata altrove.

Il malfattore è stato quindi condotto presso la caserma del Comando Provinciale e dopo le formalità di rito è stato arrestato e tradotto presso la locale Casa Circondariale, così come disposto dal Sost. Proc. di turno Dott.ssa Alessia La Placa, in attesa dell’udienza di convalida. Le suppellettili – per un valore stimato di alcune migliaia di Euro – sono state restituite al legittimo proprietario che, ovviamente, ha ringraziato i Carabinieri operanti. Si sospetta che l’arrestato si sia avvalso di un complice, pertanto sono in corso indagini in tal senso.

 Si allegano foto dell’arrestato e della pattuglia dei Carabinieri.

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie, aggiornamenti e offerte speciali direttamente nella tua casella di posta.
È possibile disdire in qualsiasi momento
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.