Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si è tenuta mercoledì pomeriggio una conferenza stampa di tre consiglieri d’opposizione: Gaetano Pernice, Rosario Pluchino e Salvatore Di Marco. Ancora una volta i politici in oggetto denunciano la poca trasparenza messa in atto dall’Amministrazione Iurato e dal presidente del Consiglio comunale Maria Zisa. “Nel dicembre scorso – spiega Pernice – avevamo fatto formale richiesta scritta di una seduta del Consiglio comunale aperta. Ebbene, trascorsi i canonici venti giorni, senza che nulla succedesse, abbiamo chiesto lumi a chi di dovere e la risposta è stata evasiva e comunque infruttuosa, quindi abbiamo deciso, alcuni dei firmatari della richiesta, di scrivere all’assessorato Enti Locali della Regione Siciliana, affinché qualcuno più in alto di noi potesse fare luce sull’accaduto. Ebbene, sono trascorsi circa quattro mesi, ma non abbiamo avuto risposte. Anzi no, qualcuno la risposta per nostro conto l’ha ricevuta, però ha dimenticato di comunicarcela. La risposta dell’assessorato è arrivata e protocollata il 27 Marzo c/a. Solo per l’impegno e il nostro lavoro siamo riusciti a capire che la lettera contenente il parere della Regione era stata forse dimenticata in qualche cassetto, siamo riusciti ad averne copia e, con nostra grande soddisfazione, ci accorgiamo che avevamo ragione; la presidente del Consiglio doveva convocare l’assise senza entrare nel merito della questione, cosa che invece aveva fatto e, quindi, privandoci di una nostra precisa prerogativa. A questo punto, a pensar male a volte ci si azzecca: forse la dimenticanza è stata da qualcuno voluta? Adesso, vogliamo far luce fino in fondo. Riteniamo che la vicenda sia  molto grave, qualcuno è autore di omissioni di atti d’ufficio? Vedremo!”. “Alla faccia della tanto decantata trasparenza, sono solo slogan quelli riportati sul programma de “Il Paese che Vogliamo” la lista di cui anche io ho fatto parte e che ho contribuito a far vincere, purtroppo” aggiunge Rosario Pluchino.

“Il tema della sicurezza in città lo abbiamo varie volte sollevato noi, ma siamo stati sistematicamente ignorati, come nella vicenda in questione, addirittura in maniera palese, quando su richiesta di due gruppi di opinione presente a S.Croce, il sindaco e la presidente del Consiglio avviano un confronto sul tema, ed invitano i due gruppi in oggetto, un Consigliere comunale forse a loro gradito e il segretario del locale circolo del Partito Democratico, dimenticandosi di invitare altri consiglieri di opposizione che si erano attivati, ed anche ricevuti dal Prefetto, per provare a trovare soluzioni al problema sicurezza. Questa è la democrazia sbandierata dall’Amministrazione Iurato.” Molto amareggiato appare in quest’ultimo commento il consigliere Di Marco. Tanta carne al fuoco, quindi. I tre consiglieri decidono di non dare tregua d’ora in avanti: “Denunceremo all’opinione pubblica tutte le presunte “malefatte” di questa Amministrazione inconcludente e arruffona, partita come formica e trasformatasi in cicala, con l’aggravante della totale mancanza di democrazia e trasparenza in tutti gli atti prodotti”. A corredo di quanto esposto, godetevi il video con le interviste ai protagonisti della conferenza stampa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, 2ª Categoria: Occhipinti e Vespertino, l’Atletico vince senza strafare

L’Atletico è brillante solo a tratti, ma basta un gol per tempo per aver ragione della Leo…