Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Riceviamo e pubblichiamo una nota arrivata in redazione da parte di un cittadino, B.R., che segnala alcune inefficienze e disservizi rilevati presso i gabinetti pubblici di via Don G.Balistrieri a Santa Croce Camerina.

“Allo stato attuale i servizi mancano completamente di quegli elementi minimi per cui una stanza si possa definire «un bagno»: carta igienica, sapone, carta per le mani e a volte persino la luce. Lo scenario spesso è sconfortante: spazzoloni riversi nei bidet, assorbenti a terra, contenitori per la carta e lavabi divelti, porta saponi spezzati, tavolette giacenti a terra e chi più ne ha più ne metta. Porte divelte o assenza totale di porte (come è possibile vedere dalle foto), assenza di maniglie, bagni inaccessibili per l’aspetto igienico sanitario cui si presentano agli utenti. Questo lo stato di assoluto degrado cui riversano attualmente gli unici bagni pubblici presenti in paese”.

“Per ciò che riguarda la pulizia – continua B.R. – non va meglio, dal momento che puzzo e sporco sono diffusi anche se, si sa, ciò dipende anche dal grado di civiltà e di educazione degli utenti e degli orari delle pulizie. Alcuni anziani, date le condizioni di sozzume del bagno ed essendo sprovvisti di maschera antigas e stivali, per non farsela addosso si vedono costretti ad arrangiarsi come meglio possono. Se è attendibile il detto che il bagno pubblico è lo specchio di un paese, a Santa Croce siamo combinati proprio male. Faccio appello alle autorità di Pubblica Sicurezza comunale, affinché intervengano per quanto di competenza ad una auspicata risoluzione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

E’ la domenica della prevenzione: controlli di glicemia e pressione arteriosa

“Lo screening è vita”: con questo slogan l’Associazione Volontari del Soccorso di Santa Cr…