Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si riaccende la polemica sul marchio collettivo “Primizie di Montalbano”. Un post pubblicato su Facebook dall’ex segretario politico del PD comunale Gaetano Farina, è diventato teatro di un’accanita battaglia fra sostenitori e detrattori dell’azione amministrativa e del “Gruppo Agricoltori” che ha sostenuto fin dall’inizio questo progetto. Stavolta l’ex segretario politico ha puntato il dito sull’assessore all’Agricoltura Francesco Corallo e sul consulente e esperto per l’agricoltura del sindaco Guglielmo Occhipinti.

“C’è un assessore che per dignità personale si dovrebbe dimettere: quello che ha lavorato per il marchio Montalbano, che allo stato attuale fa registrare solo una grossa spesa sostenuta dall’Amministrazione comunale di S. Croce e nessuna richiesta di adesione. Un fallimento vero e proprio che grava sui cittadini cui si impongono le tasse per sostenere un marchio che tra le altre cose non individua il nostro territorio ma quello di altri comuni che così si chiamano. Ma l’assessore si dovrebbe dimettere anche perchè come presidente della commissione che doveva stabilire chi poteva godere del marchio si è dimesso, perchè si è accorto dopo due anni che ricopriva la carica di essere incompatibile”.

“Per non parlare poi dell’esperto nominato a inizio legislatura del sindaco – continua Farina -. Mi chiedo e chiedo al primo cittadino se il sig. Guglielmo Occhipinti è ancora ufficialmente il consulente esperto per l’agricoltura in carica. Se in questi 3 anni ha mai relazionato le attività svolte per l’amministrazione. E quali sono i benefici, i risultati e gli obiettivi raggiunti attraverso questa nomina per la nostra comunità. Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono, a volte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …