biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

I bagni di Punta Secca restano chiusi, Agnello: “Portatevi i pannoloni”

4 248

Anche Punta Secca ha i suoi bagni pubblici. Da qualche giorno sono stati installati in piazza Concordia, ma c’è un problema: ancora non funzionano. Da qualche sera, infatti, chi prova a varcare la porta dei cessi rimane deluso: non si apre. E, al 10 luglio, con una fetta d’estate già alle spalle, viene da porsi qualche domanda. Il consigliere d’opposizione Luca Agnello ha immortalato (e poi pubblicato su Facebook) un anziano che tentava inutilmente di accedere al bagno: “L’inutile corsa di un povero cittadino verso l’illusoria salvezza – scrive il rappresentante di ‘Noi ci crediamo’ -. Vedeva da lontano la speranza di aver trovato i Cessi pubblici… ma stasera forse era meglio portarsi i Pampers. A Punta Secca oggi i bagni pubblici sono semplice arredo urbano. Speriamo che per il week end siamo fruibili. Piove sempre sul bagnato…”. E non manca l’hashtag finale, ironico e quanto mai azzeccato per l’occasione: ‪#‎montalbagno‬. Sotto una valanga di ‘like’ e commenti. In attesa che i bagni diventano funzionanti, non resta che farsi due risate…

L inutile corsa di un povero cittadino verso l illusoria salvezza. Vedeva da lontano la speranza di aver trovato i Cessi…

Posted by Luca Agnello on Giovedì 9 luglio 2015

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
4 Commenti
  1. OSSERVATORE dice

    …io, se fossi il Cittadino in questione, querelerei l’autore della foto per violazione della privacy, ammenochè non abbia firmato una liberatoria… o è un clamoroso falso??? Non mi stupirei!… meditate gente… meditate!

  2. Luca Agnello dice

    il Cittadino dovrebbe autoquerelarsi quindi, visto che è stato lui stesso a inviarmela e chiedere di pubblicarla. A conforto di ciò, lo stesso ha tra l’ altro condiviso il mio post ( commentandolo ) nella sua stessa bacheca .
    Invece che meditare, la prossima volta consiglio di ” Osservare ” ( visto il nick , anonimo ) , un po’ meglio.
    Cordiali saluti

    Luca Agnello

  3. OSSERVATORE dice

    Non occorre autoquerelarsi, stia tranquillo, oltretutto ha dato Lei stesso la risposta: E’ UN CLAMOROSO FALSO!…. il problema è che qui ci conosciamo tutti, caro Sig. Agnello… e conosciamo tutti benissimo sia “l’Anziano” che Lei, ambedue notoriamente anti-Amministrazione. Io penso, per la credibilità di tutti, che non occorra scendere a simili ridicolaggini per segnalare un problema, vero o falso che sia. Questa è solo SPETTACOLARIZZAZIONE e delle più imbarazzanti e bieche… la Politica è altra cosa… mi creda: io OSSERVO molto bene.
    Spettabilmente

    OSSERVATORE

  4. Luca Agnello dice

    Falso? Ridicolaggine? Bieco? Guardi che i bagni pubblici sono chiusi davvero e lo erano fino a venerdì sera. Mi rendo conto che una nota semplice e formale forse avrebbe permesso che il problema si risolvesse (forse) senza fare tanto clamore; ma , vista la reazione stizzita, forse con questa uscita fuori dalle righe siamo invece a porre ancor di più l’ attenzione sul problema. Quando si spettacolarizza un problema, a volte , è perché le strade formali non hanno portato a nulla.Un’ amministrazione può reagire a una critica in due modi: o come fa lei, reagendo in malomodo a uno stimolo sminuendo il problema e chi lo segnala, oppure risolvendolo facendo sicuramente bella figura e dando segnale di coesione, partecipazione e ascolto. Stia sereno e non reagisca così aggressivamente; non deve preoccuparsi di chi ” spettacolarizza” un problema del genere, solo con l’ intento di risolverlo insieme magari sorridendoci su; deve preoccuparsi invece di chi sta in silenzio , lavora nell’ ombra, non per risolvere i problemi , ma per distruggere chi li ha creati ( tutti sbagliamo ), oppure per risolvere i propri problemi ma con il c… degli altri facendosi forte della loro buonafede.
    con affetto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.