Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il consigliere comunale Luca Agnello, in questa nostra intervista, è entrato negli argomenti che in questi ultimi giorni hanno tenuto banco per quanto riguarda la politica locale. Gli abbiamo chiesto cosa pensasse della diatriba scaturita dall’omelia del Vescovo Emerito, Monsignor Carmelo Ferraro, e il sindaco di S.Croce, Franca Iurato sulla questione Punta Braccetto. Ebbene, Agnello non si vuole esercitare nell’appiccicare torti o ragioni a nessuno, anzi esorta tutti i protagonisti diretti e indiretti di questa storia, a non guardare il dito ma piuttosto la luna. Ovvero: “Le problematiche della frazione sono state attenzionate adeguatamente dalle Amministrazioni a cui appartiene? A me sembra assolutamente di no! Ci vorrebbe uno scatto di coraggio per affrontare e risolvere quella problematica relativa all’acqua potabile. Le passate amministrazioni di Ragusa e S.Croce avevano iniziato un certo percorso che poi probabilmente per qualche ragione si è interrotto, aldilà di qualche sterile approccio. Cosi è stato pure per la fognatura e per la viabilità. La storia che certi problemi deve affrontarli il Comune di Ragusa, regge fino ad un certo punto, non siamo nel Medioevo quanto le città erano recintate. Nel territorio ricadente nel Comune di Ragusa abitano tantissimi santacrocesi, compreso il Vescovo Ferraro. Quindi di che cosa stiamo parlando? Non possono esserci santacrocesi di serie “A” e quelli di serie “B”, che hanno il solo torto di abitare nella parte forse sbagliata. Per quanto riguarda la Z.T.L. di Punta Secca, voglio aspettare i dati delle multe che sono state inflitte a cittadini sicuramente ignari o in buona fede che hanno infranto le regole della telecamera, messa a salvaguardia delle persone, dicono “loro”, io dico per far… Domando: e se le infrazioni fossero in  aumento, l’amministrazione le ritiene un successo o che cosa? La mia non vuole essere una polemica, semplicemente tentare di capire gli orientamenti altrui. Nel caso che le sanzioni emesse fossero aumentate mi riservo di presentare interrogazione all’amministrazione per capire meglio e cercare di dare un contributo di idee, come ad esempio il coinvolgimento degli operatori economici del posto per sapere se la Z.T.L. li ha avvantaggiati oppure danneggiati. Comunque, a mio parere cose che non funzionano ce ne sono tante, ed è perfettamente deleterio far finta che tutto vada bene, si amministrano esigenze di cittadini, che sono anche tassati per questo”.

8 Commenti

  1. Giovannella

    1 settembre 2015 a 10:52

    …Per non parlare poi di tutte le case abusive di P.Braccetto, che sorgono nella parte del comune di S.Croce.
    E’ mai possibile che nessuno vede, nessuno fa nulla e nessuno controlla???
    Il problema delle case abusive è terrificante, a discapito delle gente onesta!!!

    Rispondi

  2. dory

    1 settembre 2015 a 14:36

    Consigliere non troverà mai nessuno degli operatori commerciali che le diranno che la ZTL non le piace e lei è il giornale sapete anche il perché, tutti muti per convenienza anche chi il primo anno faceva baldoria adesso tutti zitti, un motivo ci sarà no? Troppo salame negli occhi…..e troppe chiacchiere.

    Rispondi

  3. OSSERVATORE

    2 settembre 2015 a 14:10

    L’intervista al Dr. Agnello… si commenta da sola: siccome ci sono Camarinensi che vivono nella parte “sbagliata” di P. Braccetto “COMPRESO IL VESCOVO” (tho!!!), allora dobbiamo portare l’acqua anche in quella parte. Ma, mi chiedo… perchè non facciamo la stessa cosa con Torino?… sapete quanti Camarinensi ci vivono??? Problema ZTL: se per caso le multe fossero aumentate NON è che è aumentata la strafottenza (chiamata distrazione e buona fede), semplicemente si vuole contribuire a rimpinguare le casse del Comune da “volontari” (della serie “sovvenzione illecita”), quasi da fare un esposto in Magistratura!!! E per finire abbiamo scoperto, grazie a Dory, che l’Amministrazione ha anche PREZZOLATO i Commercianti per stare muti!!! Una domanda: ma ci credete veramente a quello che dite… o avete solo tanto tempo da perdere??? Felice per voi tutti…. un abbraccio

    Rispondi

  4. Luca Agnello

    2 settembre 2015 a 17:57

    Certo OSSERVATORE; e le cene di Arcore erano solo cene galanti a base di chinotto e noccioline. Per P. Braccetto , attraverso un protocollo trilaterale, c’ era l’ opportunità di ridurre le tariffe idriche per tutti i residenti di S. Croce ( opportunità credo persa visti gli ultimi sviluppi ragusani, ma pazienza, meglio così per i residenti ) ; sulla ZTL è già perfetta così, come è perfetto e intoccabile tutto ciò che fa questa Amministrazione; chissenefrega se qualcuno vuole, con assoluta serenità, analizzare i dati in maniera oggettiva e proporre EVENTUALI miglioramenti . Il mio ufficio è sempre aperto a te e a quanti vogliano spiegazioni; se lo ritieni opportuno vieni pure incappucciato vista la cronica ossessione per l’ anonimato.
    Con serenità
    Luca Agnello

    Rispondi

  5. Giovannella

    4 settembre 2015 a 07:51

    Caro OSSERVATORE , di cui osservare c’è ben poco,

    si faccia la residenza a P.Braccetto per un paio d’anni , viva a fondo questa frazione, conosca a pieno TUTTI i suoi problemi, veda con i suoi occhi la TOTALE assenza dei vigili urbani….i problemi relativi all’elevata insicurezza…Così poi ,potrà trarre opinioni e pensieri del tutto differenti

    Rispondi

  6. OSSERVATORE

    4 settembre 2015 a 13:39

    Cara Giovannella, premesso che questo non è un “social” nè un “blog”, Le faccio notare, per sua conoscenza, che siamo tutti consapevoli delle problematiche di P. Braccetto (compreso io, parìa tra i parìa) e, di certo, “LE” Amministrazioni hanno le loro responsabilità… ma TUTTE e di OGNI epoca (vedi le case costruite sul margine del torrente sia ad EST che ad OVEST). Elencare i problemi gridando, così come sta facendo Lei da qualche giorno, confondendo anche i “compiti” della Chiesa con quelli dei “politici”, non mi pare una soluzione. Le soluzioni si PROPONGONO!!! E’ facile enumerare le problematiche additando tutti (o meglio alcuni) e tutto… un po più difficile risolverle. Pensi che le “opposizioni” (e parlo di TUTTE anche di precedenti esperienze amministrative) di cui oggi fa parte anche il Dr. Agnello, che qualche anno fa “picconava” in un celebre video su YouTube la vecchia Caserma di P. Secca e da cui mi onoro aver ricevuto un cordiale “tu”, avrebbero anche questo compito… ma si limitano solo a gettare benzina sul fuoco solo per una ricerca di visibilità e di POTERE che, una volta ottenuti, fanno ripiomabre tutto nel “come prima”… esempio eclatante lo scandalo “Randello” (di questi ultimi 2 Anni, sindaco Pentastellato). Il mio invito, quindi, NON è tanto quello di chiudere gli occhi sulle storture che inevitabilmente sono presenti sempre e ovunque, quanto quello di DIALOGARE, a volte gridando pure ma… PROPONENDO! Questo è il compito di ogni Cittadino che ama e vuole costruire una Città migliore.

    Rispondi

  7. Laico

    4 settembre 2015 a 18:59

    Il caro consigliere Agnello, tra l’altro non mi pare sia ancora dott ma glielo auguriamo tutti lo diventi quanto prima, tende sempre ad analizzare dati per i quali non c’è alcun bisogno… mi rifiuto di credere che ci siano, ancora nel 2015, cittadini “ignari o in buona fede che hanno infranto le regole…”, veda caro consigliere chi infrange le regole, tutte, paga… fortunatamente chi infrange le regole della ZTL paga con una sanzione amministrativa, chi non si ferma ad uno stop oppure ad un dare precedenza, a volte, paga con la vita… ecco Le consigliere di analizzare questi dati, piuttosto che perdere il suo prezioso tempo a capire quante persone “colpevolmente” infrangono i divieti della ZTL… Per quanto riguarda la diatriba di Punta Braccetto e l’inutile sviolinata del Vescovo, in pensione, nessuno “forse” si è accorto che a quella messa erano presenti due “figure” che hanno rappresentato nel bene e nel male il nostro comune… di cui una abitualmente residente a Punta Braccetto, mentre l’altra raramente si è vista da quelle parti… presenza forse giustificata da un’attesa e pilotata omelia? Mah…
    In ultimo vorrei sottolineare la presenza di un avvocato, promotore del comitato P. Braccetto, che si fa ritrarre in una foto mentre bruciano le cartelle esattoriali comunali… e non mi pare fosse li per evitare che ciò accadesse, anzi… NO COMMENT…

    Rispondi

  8. Luca Agnello

    5 settembre 2015 a 12:08

    Laico grazie per gli auguri. Dei dati e delle analisi c’è sempre bisogno. Solo attraverso l’ analisi dei dati si possono PROPORRE soluzioni serie e non buttate giù a caso. Esempio: se decido di istituire la ZTL per garantire sicurezza e serenità ai villeggianti ( e su questo sono d’accordo ) , e mi ritrovo circa 30 infrazioni giornaliere che aumentano in media ogni anno, vuol dire che il risultato di garantire sicurezza non l’ ho ottenuto e ( forse ) sarebbe opportuno trovare migliorie alla mia scelta iniziale; studiamo insieme qualche soluzione più efficace che garantisca risultati migliori con la ZTL (es. dissuasori a scomparsa automatici). Sulle picconate alla ex caserma di P.Secca non rinnego nulla, anzi rinnovo e confermo la mia volontà; ma le azioni vanno fatte nel rispetto della legalità e non in fretta e furia grazie a consigli esterni veramente disinteressati che hanno procuranto all’ ente due denunce e un’ area recintata che ad oggi non ci è stata concessa.
    (Ho la quasi totale certezza che a questi due soggetti queste cose le abbia dette di persona, non capisco perché ci si ostini a ripeterle ma celandosi nell’ anonimato.)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…