Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

E’ caduto in una stiva della nave d’appoggio della piattaforma petrolifera ‘Vega’ di Pozzallo nel tardo pomeriggio di ieri ed è morto. Stando alla dinamica approssimativa ancora tutta da accertare, l’operaio sarebbe stato rinvenuto all’interno del Gavone di Prora del galleggiante F.S.O Leonis che normalmente nella «Fso Leonis» è vuoto, e nel quale erano state programmate regolari attività di manutenzione. Si tratta di un operaio dipendente della ditta “Somak” Antonio Gangi nato a Giardini Naxos il 27/12/1953. Sono intervenuti gli uomini della Capitaneria di porto di Pozzallo per i primi rilievi. La salma dell’operaio su disposizione del sostituto procuratore di turno Alessia La Placa è stata trasferita nell’obitorio dell’ospedale Maria Paternò Arezzo. Sulle cause dell’incidente sul lavoro la Procura di Ragusa ha aperto un’inchiesta. La Vega è la più grande piattaforma petrolifera fissa off-shore italiana ed è posizionata a 12 miglia dalla costa di Pozzallo, in provincia di Ragusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Elezioni Regionali – Stefano Parisi, il 25 ottobre, sarà a Comiso e Ragusa a sostegno di Assenza e Musumeci

Il fondatore di “Energie per l’Italia” Stefano Parisi, esponente di spicco del centrodestr…