Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Seduta lampo quella del consiglio comunale di martedì 28 settembre 2015. Dopo aver confermato le tariffe idriche e del servizio di fognatura e depurazione dell’anno precedente, i consiglieri hanno attenzionato le interrogazioni dell’opposizione e la mozione sul c.d baratto amministrativo, il cui contenuto è stato letto ed illustrato dal consigliere Agnello. Su quest’ultima la giunta ha assunto l’impegno di predisporre un regolamento da sottoporre all’assemblea consiliare, anche tramite il filtro di una commissione ad hoc. Purtroppo il primo cittadino non ha presentato la relazione del suo esperto, dott. Distefano, riservandosi di farlo nell’imminenza, pur lodandone la professionalità e l’efficienza, e sottolineando che, per merito del dott. Distefano, le casse comunali hanno risparmiato ben 66 mila euro che non erano dovute alla ditta Busso. L’assenza di molti consiglieri e la discutibile abitudine di interpretare in modo irrituale e informale il regolamento sulle sedute consiliari ha dato dell’assemblea, anche questa volta, un’immagine sbiadita e burocratica di un luogo ove, per contro, la collettività e i suoi bisogni dovrebbero essere protagonisti anziché stanchi e disincantati comprimari, o peggio, figuranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Nella morsa di acqua e vento: bufera fra S.Croce e P.Secca, abbattuto un pino

Piogge e forti raffiche di vento, domenica mattina, hanno sferzato tutta la provincia di R…