Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Tre anni di reclusione, oltre al pagamento di una provvisionale pari a 20 mila euro. E’ quanto ha sentenziato il giudice delle udienze preliminari del Tribunale di Ragusa, Andrea Reale, nei confronti del parrucchiere, oramai in pensione, di Santa Croce Camerina, 64 anni, arrestato dalla Polizia nel luglio dell’anno scorso con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di una bambina di 9 anni.

I fatti si sarebbero registrati a Comiso. L’uomo, secondo il pubblico ministero, Gaetano Scollo, avrebbe dato ospitalità alla famiglia della bimba in difficoltà economiche, poi avrebbe commesso il reato. L’imputato ha usufruito dello sconto della pena per avere scelto il giudizio abbreviato. Il pm aveva chiesto la condanna dell’imputato a quattro anni di reclusione. La famiglia della minore era patrocinata, quale parte civile, dall’avvocato Giusy Cicero. L’imputato, che dal dicembre dell’anno scorso si trova ai domiciliari, dopo avere trascorso cinque mesi in cella, è stato difeso dagli avvocati Giorgio Assenza e Massimo Garofalo. Il Gup ha concesso all’imputato l’ipotesi lieve del reato di abuso sessuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

S.Croce: arrestata coppia di spacciatori, sequestrato mezzo chilo di droga

Ancora un’operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Ragusa, che hanno esegui…