biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

I periti tornano in carcere dalla Panarello: a novembre udienza per l’affido

0 103

È durato circa 4 ore, nel carcere di Agrigento, il secondo accesso dei periti nominati dal Tribunale per i minori di Catania per valutare la «capacità genitoriale» di Veronica Panarello, la donna detenuta con l’accusa di avere ucciso, il 29 novembre del 2014, il figlio Loris Stival, di 8 anni. La perizia farà parte dell’udienza che si terrà il prossimo mese sull’affidamento del fratellino del bimbo ucciso, che è affidato in custodia unica al padre, Davide, e alla nonna paterna.

Nei giorni scorsi, nell’ambito del procedimento civile, è stato compiuto un primo “accesso” al carcere di Agrigento dove si sono recati, assieme ai consulenti di Veronica Panarello (Sartori) e di Davide Stival (Catalfo) anche i periti nominati dal Tribunale dei minori di Catania – Domenico Micale, Francesco Vitrano e Jose Prezzemolo – per valutare le capacità genitoriali della stessa Veronica rinchiusa in cella dalla notte dell’8 dicembre dello scorso anno, con il sospetto di avere ucciso il figlio Loris e di averne occultato il cadavere nel canalone dove il corpicino è stato trovato da Orazio Fidone nel pomeriggio dello stesso giorno, il 29 novembre del 2014.

Il Tribunale dovrà stabilire se Veronica abbia o meno la capacità genitoriale per ottenere l’affido del figlio minore, il fratello di Loris attualmente è affidato al padre Davide ed alla suocera. (Fonte: Il Giornale di Sicilia)

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.