biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

I bambini restano a casa: storia di tre parchi giochi “fantasma” LE FOTO

0 167

Le aree attrezzate per i bambini sono spesso la cartina tornasole di uno spiccato senso civico e di una speciale predisposizione all’arredo urbano. Dispiace constatare che Santa Croce, da questo punto di vista, è fuori da ogni parametro. Esisterebbero (qui il condizionale è d’obbligo) ben tre parchi giochi, di dimensioni importanti, per soddisfare le esigenze di ragazzi e genitori. Ma ormai da anni risultano abbandonati a se stessi, privi di cura e manutenzione, oltre che di un custode. Siamo stati a fare un giro per le principali vie del paese e ci siamo imbattuti in uno scenario desolante.

Il primo parco giochi, dove sono cresciute intere generazioni di santacrocesi, è quello di piazza degli Studi. Il cancello spalancato a qualsiasi ora del giorno e della notte non favorisce, però, una pacifica invasione di bambini. Piuttosto, durante le ore notturne, è un via vai di fumatori e bevitori incalliti, che abbandonano sul posto cocci e bottiglie di vetro. Oltre al danno anche la beffa: perché il cartello posto all’ingresso del parco, recita che dalle 20 la struttura non è più fruibile. Pardon, non lo sarebbe. L’altalena distrutta dai vandali, in questo contesto, fa quasi tenerezza.

Ci spostiamo qualche centinaio di metri a sud. Siamo all’inizio di via XXIV Maggio. Anche lì c’è un parco giochi (o qualcosa che gli somiglia). Le recinzioni sono sparite e ai bambini si è sostituito il degrado. I giochi – distrutti – ospitano le coppiette in cerca d’intimità o i soliti fumatori incalliti, che sostano con l’auto e cercano riparo da occhi indiscreti. Colpisce, come sopra, l’incuria. La stessa che ritroviamo a Fonte Paradiso, rinata (e già sepolta) nel 1998. A due passi dalla vecchia fontana, venne realizzata un’area attrezzata per i più piccoli. Ma i pomeriggi, da quelle parti, non sono mai diventati spensierati. Le erbacce, il canneto, i rifiuti hanno fatto propendere – anche lì – per l’abbandono del parco. Ormai nelle mani di gente poco raccomandabile. Hanno scippato il paese ai bambini e l’hanno fatto invecchiare di colpo. A SEGUIRE LA FOTOGALLERY

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.