Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Stava transitando nei pressi di Riviera Lanterna a bordo dell’autovettura della compagna, quando i Carabinieri della locale Stazione, impegnati nell’ambito di un predisposto servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto di reati predatori e di rapine, lo hanno riconosciuto e lo hanno fermato nella mattinata di oggi: per Di Martino Davide, 37enne pregiudicato, sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S., sono scattate così le manette.

L’uomo si trovava alla guida del mezzo privo di patente, che gli era stata ritirata, e senza copertura assicurativa: dopo aver minacciato i militari, che stavano procedendo alle sanzioni amministrative e al sequestro del veicolo, li ha spintonati fuggendo per le vie limitrofe e arrivando fino al porto di Scoglitti. Qui però i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo e a trarlo in arresto, in violazione non solo di quanto previsto dal decreto legislativo nr. 159 del 2011, il cosiddetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione”, avendo violato gli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, ma anche per minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Condotto presso la caserma di via Plebiscito, al termine delle formalità di rito il 38enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale ibleo, dott. Scollo, per i provvedimenti di competenza. I Carabinieri, tra i compiti istituzionali, hanno anche quello di verificare quotidianamente che i soggetti destinatari di misure di prevenzione, ovvero a cui sono state concesse misure alternative alla detenzione carceraria, rispettino gli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – L’Asp 7 assume 46 infermieri. Sbloccati i concorsi per 7 nuovi primari

Il Commissario dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, dr. Salvatore Lucio Ficarra, lo aveva già…