Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Un Santa Croce inguardabile cede l’intera posta in palio a un cinico Canicattì e si allontana dalle posizioni nobili della classifica. E’ stata una giornata negativa per gli uomini di Calogero La Vaccara che, oltre a offrire su un piatto d’argento il doppio vantaggio agli ospiti, non sono riusciti a creare gioco e a impostare una valida rimonta. I biancoazzurri, infatti, pagano a caro prezzo gli errori iniziali dei propri attaccanti che potevano incanalare la partita a proprio favore. Il festival degli errori dei locali è poi continuato anche nelle retrovie, quando sulle uniche tre azioni degli ospiti, la difesa biancazzurra è andata in tilt, concedendo diversi spazi sui quali gli attaccanti ospiti sono andati a nozze, colpendo con due reti di ottima fattura. La reazione del Santa Croce è stata repentina, ma poco consistente, nonostante la rete di Arena su rigore che avrebbe potuto riaprire i giochi, invece nella ripresa non sono mai riusciti a fare un tiro in porta, lasciandosi trasportare dal nervosismo. A salvarsi nei locali il solo Muhammed Jatta (nella foto) che ha lottato come un leone ed è stato l’ultimo ad arrendersi. La cronaca. Si è giocato su un terreno di gioco in ottime condizioni, ma con un vento che soffiava da destra verso sinistra che ha condizionato il gioco e di conseguenza lo spettacolo. Sono i locali a creare la prima azione da rete al 1’ con Rimmaudo, ma il giovane attaccante locale sprecava incredibilmente tirando la sfera fuori. Al 3’ erano ancora i locali a sfiorare il vantaggio, stavolta con Arena che con un tocco si liberava del portiere e con la porta spalancata, tirava clamorosamente fuori. Goal mangiato, goal subito. La legge del calcio si concretizzava al 6’: Bennardo offriva una deliziosa palla a Maria che di prima intenzione insaccava all’angolino. I locali reagivano e al 10’ mancavano il pareggio con Mascara che da centro aria sbagliava un rigore in movimento. Al 20’ gli ospiti raddoppiavano: Cipolla crossava dalla linea di fondo, raccoglieva palla Iannello che di precisione insaccava. Al 34’ gli ospiti legittimavano il vantaggio con un palo colpito da Cipolla, ma al 36’ erano costretti a subire la rete dei locali per un rigore assegnato dall’incerto arbitro e trasformato da Arena. Nella ripresa si attendeva la rimonta dei locali, che invece non riuscivano a fornire nessuna occasione da rete, anzi si facevano prendere dal nervosismo e a pagarne le conseguenze erano Arena e Incardona per i locali e Cipolla per il Canicattì.

IL TABELLINO

UPD SANTA CROCE – ASD CANICATTI’ 1-2

SANTA CROCE: ANNESE, BAELI., OCCHIPINTI (75’ IURATO), BUSCEMA D., JATTA, CASSIBBA (55’ BUSCEMA A.), ARENA, GURRIERI, RIMMAUDO (57’ LA VACCARA), MASCARA, INCARDONA. ALL. CALOGERO LA VACCARA

CANICATTI’: ROCCARO, DI BELLA, BONFATTO, MONTANA,  IANNELLO, CUTAIA, MARIA, CIPOLLA, FANARA, BENNARDO (81’ COMPARATO), LA LICATA (81’ MOTTA) . ALL. RAIMONDO FILIPPAZZO

ARBITRO: DANIELE PICCITTO DI RAGUSA (DAQUINO E URZI’)

RETI: 6’ MARIA (C); 20’ IANNELLO (C); 36’ ARENA (SC).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, l’Atletico scalda i motori: il nuovo capitano è Occhipinti FOTO/INTERVISTE

Tanti volti nuovi nella dirigenza e nell’organico, una serata a cena per fissare gli obiet…