Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

E’ andato in onda questa sera il servizio de ‘Le Iene’, realizzato da Gaetano Pecoraro, sull’ex caserma della Guardia di Finanza di Punta Secca. La trasmissione di Italia 1 ha provato a far luce sull’abbattimento dell’edificio storico di via Fratelli Bandiera, che il 14 maggio del 2014, dopo duecento anni di vita, è stato demolito dalle ruspe. Nel corso dell’inchiesta di Pecoraro, non sono mancati gli spunti: dai macallè offerti dall’assessore Allù alla troupe Mediaset, passando per la mancata consegna – da parte del sindaco – dell’ordinanza di demolizione. Ma la parte “peggiore” arriva in fondo al servizio, quando Pecoraro scopre che una delle abitazioni che godono oggi della vista mare – dopo l’abbattimento della caserma, appunto – è proprio quella dell’assessore al Bilancio. Ma qualsiasi parola può diventare superflua rispetto alle immagini che vi offriamo CLICCANDO SU QUESTO LINK!

Il post delle Iene su Twitter
Il post delle Iene su Twitter

15 Commenti

  1. Giovannella

    13 ottobre 2015 a 07:11

    Con tutto l’abusivismo di case che c’è , (vedi P.Braccetto) ,si è pensato di abbattere la struttura più inopportuna,nonchè privata!! Ma non pensano alle pessima figura fatta davanti a milioni di italiani,che seguono Le iene…Offrire i macallè per addolcire una situazione che di dolce non ha nulla, mi è sembrato il massimo della vergogna, non si capiva se fosse la stanza del sindaco o il salotto di comare ninuzza Comunque sia , non ho parole per descrivere tanta ma tanta, ma tanta VERGOGNA!!!

    Rispondi

  2. Loredana

    13 ottobre 2015 a 07:30

    E beh, ovvio che interviene subito Allù ad interrompere la sindaca, perchè è lui il sindaco…O no…O si…Insomma abbiamo capito benissimo chi è il sindaco!!! Inoltre abbiamo anche dedotto l’incapacità di questa amministrazione, di cui non avevamo alcun dubbio!!!

    Rispondi

  3. Andrea

    13 ottobre 2015 a 08:07

    E come sempre la sindaca, ha concluso in grande stile, con il suo cavallo di battaglia : “Scusate ho un impegno…devo andare”….Classico comportamento di chi ha finito gli argomenti e non ha nulla da dire…Che figura barbina, allucinante!!!

    Rispondi

  4. Fabio

    13 ottobre 2015 a 11:25

    In tutta questa vicenda e come si evince benissimo dal servizio, la figura più vergognosa l’ha fatta Allù , una figura terribilmente vergognosa.

    Rispondi

  5. Matteo

    13 ottobre 2015 a 11:45

    A me quella caserma fatiscente e abbandonata, non mi è mai piaciuta, però magari sarebbe stato più opportuno avere il consenso ed il permesso per l’abbattimento, invece di fare queste figuracce.

    Rispondi

  6. Santacrocese

    13 ottobre 2015 a 14:42

    Che poi a me piacerebbe sapere, questo Allù, a parte fare patetiche ironie , figuracce barbine e mangiare macallè, cos’altro sa fare?? Mi piacerebbe veramente saperlo!!!!

    Rispondi

  7. Antonello Firullo

    13 ottobre 2015 a 15:33

    Matteo hai colpito nel segno. Bravo!!! Dovete sapere che prima del servizio delle iene sono stato colpito pesantemente da anonimi con commenti a dir poco vergognosi. Persone nascoste a nick name in questo stesso sito da una mia dichiarazione precedente che mi accusavano di qualsiasi atto a dir loro pur di difendere la posizione del sindaco di Allu e di altri ancora eppure non sono stato io ad abbattere la caserma anzi noi volevamo offrire qualcosa che sicuramente avrebbe migliorato il turismo, riqualificato tutta la struttura e l’area incrementando lavoro per i giovani con una attrazione turistica importante tipo il museo del mare, il solarium per le persone diversamente abili, la ristorazione e udite udite i servizi igienici pubblici e gratuiti nonché due, dico due, stanze in dono al comune gratuitamente fermo restando che la caserma era ed è della regione Sicilia demanio marittimo e avremmo incrementato anche gli introiti della regione con l’affitto. Abbiamo fatto tutto alla luce del sole come i miei esposti. Spero nella giustizia

    Rispondi

    • Matteo

      14 ottobre 2015 a 06:01

      Sig. Firullo, non badi ai commenti anonimi mirati ad offendere, perchè lasciano il tempo che trovano e vanno ignorati, una persona se volesse davvero colpire ed offendere, ci mette la faccia ed il suo vero nome, il resto è tutto aria fritta!!!

      Rispondi

  8. Giulia

    13 ottobre 2015 a 19:24

    Dai commenti capisco che i signori sarebbero stati ben contenti di avere una struttura alberghiera quasi sul mare (a pochi metri). Mah, valla a capire la gente. Invece Lei, Sig. Firullo, devo dire, dopo aver letto il suo commento, che sono rimasta meravigliata di tanta generosità, ammirevole veramente, ma Lei Sig. Firullo, è il gatto o la volpe??

    Rispondi

  9. Fabio fontana

    14 ottobre 2015 a 06:24

    Comunque sia , prima di fare delle cose, ci vuole SEMPRE un permesso, un consenso e un autorizzazione,questo è l’ABC della buona educazione ,altrimenti si rischia solo di rendersi ridicoli!!!
    Per quanto riguarda il patetico sarcasmo di Allù, con la sceneggiata dei macallè, è meglio stendere un velo pietoso!!

    Rispondi

  10. Antonello Firullo

    14 ottobre 2015 a 16:12

    Signora Giulia si documenti meglio con i suoi amici al comune magari portando un bel vassoio di macalle’. Nessun albergo al mare. Buona serata

    Rispondi

  11. Giulia

    15 ottobre 2015 a 04:39

    Mi sono documentata benissimo Sig. Firullo.
    Sta scritto: “Struttura ricettiva” adesso cortesemente, lo spieghi lei ai santacrocesi cosa vuol dire. “Struttura ricettiva”.

    Rispondi

  12. Giulia 2

    15 ottobre 2015 a 10:57

    Giulia , ai santa crocesi non si deve spiegare proprio niente, perchè non sono stupidi, giudicano con i propri occhi , per ciò che vedono e per ciò che vivono ogni giorno. Le spiegazioni , non servono.

    Rispondi

  13. Antonello Firullo

    16 ottobre 2015 a 17:03

    Signora Giulia. Vada al comune ad informarsi meglio. Nessun albergo.

    Rispondi

  14. Antonello Firullo

    16 ottobre 2015 a 17:05

    Signora Giulia. Vada al comune ad informarsi meglio. Nessun albergo è mai stato chiesto anche perché la ex caserma era sul demanio marittimo che è vietato pernottare. Grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio a 5, C1: Kamarina, il derby è una disfatta! L’Arcobaleno Ispica vince 7-0

Crollo casalingo del CS Kamarina che fallisce l’appuntamento più atteso: il derby con l’Ar…