Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si è svolta il 9, 10 ed 11 ottobre la VII Edizione della Scuola per la Democrazia di “Italia Decide”, l’Associazione di alta formazione presieduta da Luciano Violante dal tema “Territorio e Gestione del Suolo” che ha trattato l’importante tema del dissesto idrogeologico in Italia. Tra i relatori dell’intensa attività formativa oltre il Capo di Dipartimento nazionale della Protezione Civile Dott. Curcio, il Dott. Grassi direttore della Struttura di missione #ItaliaSicura, anche l’on. Ermete Realacci Presidente della VIII Commissione Parlamentare Ambiente Territorio e LL.PP. della Camera dei Deputati. Conclude i lavori l’intervento del Ministro alle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina. Per la Sicilia sono stati selezionati a partecipare il Sindaco di Regalbuto Enna Francesco Bivona, Mario Cassera (Assessore del Comune di Petralia Sottana – Palermo) ed i consiglieri comunali Luca Agnello (Santa Croce Camerina – Ragusa), Nicolò Ferro (Scordia – Catania) Rosanna Maiolino (Altofonte – Palermo) Roberta Tripoli (Misilmeri – Palermo) che hanno fortemente rappresentato le difficoltà che la Sicilia sta attraversando in questo particolare momento. Gli amministratori siciliani, oltre ad esprimere solidarietà alle famiglie coinvolte nella recente alluvione che ha colpito in questi giorni la Sicilia, hanno sottolineato i problemi dell’agricoltura siciliana e dell’abbandono delle campagne, rivolgendo l’attenzione alla pressione fiscale ed in particolar modo all’IMU agricola con la ripercussioni sui cittadini agricoltori e sui bilanci dei Comuni ed alla necessità di intervenire in agricoltura con incentivi e sgravi fiscali per creare occupazione tutelata e prevenzione del dissesto idrogeologico. Interpellato il Ministro Martina, che ha apprezzato gli interventi della delegazione siciliana, lo stesso ha dichiarato che già in settimana con il voto della Legge finanziaria verrà abolita l’IMU AGRICOLA e ridotta l’IRAP per le aziende agricole sottolineando l’importanze degli interventi in agricoltura sostenuti da questa ultima finanziaria.

Il consigliere comunale di Santa Croce Camerina, Luca Agnello, durante i gruppi di lavoro ha sottolineato l’esigenza di una semplificazione normativa sulla responsabilità tecnica e giuridica dei Sindaci nella gestione dei rischi ambientali e protezione civile e di una redistribuzione delle competenze verticali tra Enti nel delicato passaggio tra prevenzione e attuazione dei piani di emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …