2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Incontro all’Ars per P.Braccetto: mancano i comuni di S.Croce e Ragusa

3 225

Si è svolta un’audizione, richiesta dal deputato regionale Giorgio Assenza in IV Commissione Territorio e Ambiente dell’Ars, per le problematiche relative al mancato completamento dei lavori della rete idrica e fognaria nei territori dei Comuni di Ragusa e di Santa Croce Camerina. C’era un dirigente dell’assessorato regionale per l’Energia e i Servizi, Ing. Greco, una delegazione di residenti, e la ditta Mediale. “E’ un problema che va avanti da tempo – continua il parlamentare ibleo – visto che già, in molte occasioni, ho preso parte ad incontri, organizzati da Comitati spontanei di cittadini, per tenere alta l’attenzione sulle problematiche in questione. Spiace constatare l’assenza delle Amministrazioni comunali di Ragusa e Santa Croce Camerina, per cui sarà necessario un ulteriore incontro per chiarire, definitivamente, i termini della questione”. “L’incontro, comunque, è stata l’occasione – conclude il deputato di Forza Italia – per avere la conferma, da parte dei rappresentanti dell’avvenuto finanziamento, per la somma complessiva di 6.500.000,00 euro, per il rifacimento di tratti importanti dell’acquedotto della città di Ragusa”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
3 Commenti
  1. Curiosità dice

    Una domanda, ma queste tabelle che segnalano inizio e fine dei due comuni , cosa rappresentano? Dal momento in cui i primi cittadini di questi due comuni, hanno ignorato questa audizione, non sarebbe stato più opportuno mettere: Comune di nessuno?

  2. magia dice

    Concordo, quella tabella è del tutto inopportuna, ma vedo che come per magia, è sparita dall’articolo. Spero che la facciano sparire anche da P.Braccetto, perchè non ha alcun senso, visto che si gioca solo allo scarica barile

  3. emanuele dice

    ………….e per quanto riguarda s.croce viale repubblica, via s.giacomo e altre vie confinante che esiste l’impianto idrico e danno l’acqua in quella contrada con la vecchia rete allagando il sottosuolo e conseguentemente i cittadini pagano “l’aria” che arriva ai contatori e non l’acqua……………

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.