Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Ha minacciato di morte un’ausiliaria del traffico perché questa aveva invitato la moglie a spostare l’auto in doppia fila ripetutamente. La polizia locale di Modica ha denunciato un 46enne di Comiso, pregiudicato, per minaccia aggravata e porto abusivo di un coltello di genere vietato. L’uomo, infatti, domenica scorsa durante il mercatino dell’antiquariato che si svolge in viale Medaglie d’Oro, infastidito dal sollecito dell’operatrice di polizia locale per spostare l’auto della moglie (titolare di una bancarella di antichità) che creava intralcio, aveva avvicinato quest’ultima proferendo alcune frasi minacciose: “E se io ora ti sparo?”; “E se ora ti do due coltellate?; “e se ti porto in una stradina e ti do due coltellate?”.

A questo punto l’operatrice chiedeva l’ausilio dei colleghi che si portavano sul posto dopo pochi minuti ed individuavano il 46enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, che, nel frattempo, udendo il suono delle sirene si era allontanato. Raggiunto, questi si rifiutava di fornire le generalità e, addirittura, spintonava un ufficiale. A quel punto l’uomo estraeva il portafogli dalla tasca e lo consegnava alla moglie unitamente ad un coltello a serramanico con lama di sette centimetri che cercava di porgere alla consorte vantandosi, contemporaneamente, di essere un noto pregiudicato, di essere stato dieci anni in carcere e che in qualunque modo l’avrebbe fatta pagare agli ufficiali. Trasferito presso il Comando di Polizia Locale di Piazza Principe di Napoli, l’interessato veniva identificato e deferito all’autorità giudiziaria. Il coltello è stato sequestrato quale atto probatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – Inaugurata nuova sede dell’ANMIL: presenti anche gli onorevoli Ragusa e Dipasquale

E’ stata inaugurata sabato 18 novembre la nuova sede dell’ANMIL (Associazione …