Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – ha arrestato per detenzione di cocaina ai fini di spaccio VENTURA Angelo, nato a Vittoria il 12.04.1987 (pregiudicato e sottoposto a misura di prevenzione) e LA TERRA Bruno, nato a Vittoria il 05.12.1970. Gli investigatori della Polizia di Stato appartenenti alla Squadra Mobile ed al Commissariato di Vittoria, avevano avuto notizia che Ventura Angelo detto « Elvis » e La Terra Bruno da qualche tempo impegnavano le loro giornate a spacciare droga. Appresa la notizia, i due venivano pedinati ed osservati per settimane, fino a quando ieri sera è giunto il momento propizio per procedere al loro arresto.

Avendo fondato motivo di ritenere che gli arrestati fossero in possesso di cocaina da spacciare a Vittoria, i poliziotti si appostavano lungo le strade di ritorno da Catania che portano a Vittoria ed alle 19.30 veniva notata l’autovettura Lancia Y in uso a La Terra già sotto osservazione da giorni. Gli uomini della Polizia di Stato tallonavano l’autovettura fino a raggiungere le porte della città di Ragusa sulla ss 514 in prossimità dello svincolo per Vittoria. Approfittando del traffico veicolare in blocco, i poliziotti affiancavano la macchina al fine di non consentire agli occupanti di disfarsi di eventuali carichi di droga. Non appena scesi dal veicolo, gli arrestati si guardavano attorno per cercare una via di fuga, ma venivano subito bloccati.

Una prima perquisizione dava esito negativo ma, spogliati e sottoposti a perquisizione accuratamente, dopo poco veniva rinvenuta una busta di droga negli slip di Ventura con all’interno cocaina per il valore di oltre 1.500 euro. Inequivocabili gli sms e le diverse chat tra i soggetti arrestati che vedono un pieno coinvolgimento di entrambi e di altri soggetti presenti a Catania sui quali vi sono tutt’ora indagini in corso. “La Polizia di Stato prima e durante le festività intensifica i controlli sui soggetti dediti ad attività criminali. La Squadra Mobile da sempre studia i momenti di fibrillazione, ovvero quelli in cui gli spacciatori, consci del fatto che gli acquirenti sono disposti a pagare cifre più alte pur di <<sballarsi>> insieme agli amici, aumentano i prezzi e si riforniscono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio – Santa Croce, Lucenti proiettato alla sfida di Enna: “Servono rispetto e concentrazione”

Non è bastata al Santa Croce la bella vittoria di domenica scorsa contro il Frigintini per…