Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

A furia di tirarla la coperta è diventata corta. Così, dal 7 gennaio, quando le scuole riapriranno i battenti, gli studenti pendolari saranno costretti a pagare l’abbonamento del pullman. Il gruppo di opposizione ‘Noi ci crediamo’, attraverso un video pubblicato sul web, ha reso noto il tariffario che non risparmia nessuno: il trasferimento verso gli istituti secondari di Comiso e Ragusa costerà agli studenti 28 euro al mese, chi va a Pozzallo dovrà pagarne oltre 45. Prima, era tutto gratis. Adesso no, “il diritto allo studio si paga. E’ la strenna per quest’anno”. Sullo sfondo la questione Punta Secca, che costa al comune di Santa Croce oltre un milione di mutuo. Ecco il video!

ATTENZIONE ! AVVISO ALLE FAMIGLIE CON STUDENTI PENDOLARI DELLE SCUOLE SUPERIORI ABBONAMENTO AUTOBUS FINO A FINE ANNO SCOLASTICO! ECCO LA STRENNA PER QUEST’ ANNO ! BUONA VISIONE, BUONO STUDIO E BUON 2016 … TASCHE PERMETTENDO !

Posted by NOI CI CREDIAMO on Sabato 2 gennaio 2016

10 Commenti

  1. franco

    3 gennaio 2016 a 13:00

    Viva il comunismo ! Viva il popolo!! (morto di fame….). Grazie sindaco!!!

    Rispondi

  2. gianni

    4 gennaio 2016 a 00:06

    Io non capisco come il popolo , una volta chiamato sovrano, (sigh!!), possa sopportare e subire passivamente angherie come questa , senza un minimo accenno di andare ad occupare il municipio e buttare fuori tutti quei signori e signore che ci stanno tartassando , maltrattando, con azioni e decisioni decisamente criminali atte ad impoverire ancor di più i già miseri bilanci familiari. Tutto questo solo per impreziosire la sola borgata di punta secca , CON I NOSTRI RISPARMI …… POPOLO…DOVE SEI ???

    Rispondi

  3. francesco

    4 gennaio 2016 a 00:17

    Posso dire che sono contentissimo di questo obolo da pagare all’istruzione per mio figlio , posso anche dire che nessuna amministrazione si sia mai spinta a tanto, e posso affermare stavolta con certezza che Lei cara sindaco se dovesse ricandidarsi le quotazioni SNAI la darebbero a 1826500

    NB: se i ragazzi dovessero insorgere (e lo spero vivamente)credo che stavolta qualcuno l’abbia fatta veramente fuori dal vaso

    Rispondi

  4. .

    4 gennaio 2016 a 20:09

    In tutti i comuni della provincia nessuno elargisce più quote per il trasporto studenti. Tra l’altro vari studenti hanno sempre dovuto pagare un qualcosa perché non si PUÒ pagare più di 75€ al mese. Adesso le famiglie dovranno farsi carico di un MISERO 35% che per i studenti che pagano di più (Pozzallo) va intorno ai 45 euro. Dato che la stragrande maggioranza va a Ragusa la maggior part pagherà sui 20/25 euro. Oh che tragedia

    Rispondi

    • Francesco

      5 gennaio 2016 a 01:45

      Il punto è un altro,è su come si gestisce il diritto allo studio per un comune. Ebbene ciò che fanno tutti i nostri cari sindaci siciliani è affidarsi alla regione.
      Ora affidarsi a una regione che è rinomata in tutta Italia per inefficienza e sprechi è come affidarsi ad un cieco per attraversare una strada trafficata e vedrai che domani quando sentiremo il pippone sulle responsabilità e sulla coperta mezza corta ella uscirà lindo. Non preoccuparti non sarai il solo e purtroppo non l’ultimo a scandalizzarsi sul perchè le famiglie sono disposte a spendere cifre folli in smart per i loro figli e gli vadano di traverso 30 euri al mese per mandarli a scuola

      Rispondi

    • Antonella

      5 gennaio 2016 a 11:50

      20-25€ Al mese, oh che tragedia?? Lei per caso conosce i portafogli delle famiglie, per fare questa battuta???? 25€ al mese moltiplicato per 9 mesi, sono soldi che pesano alle famiglie!!!! Sarebbe ora di smetterla con queste ridicole battute che non fanno ridere proprio a nessuno!!!!!!!!!!

      Rispondi

    • Osservatore divertito

      6 gennaio 2016 a 13:34

      Gli altri comuni, come Vittoria-Comiso-Modica-Pozzallo, hanno scuole nel proprio territorio.

      Rispondi

  5. Osservatrice

    5 gennaio 2016 a 01:14

    caro soggetto , anzi … punto … devo smentirti. Il Comune di Acate non fa pagare nulla, stessa cosa per Monterosso e Giarratana, idem per Vittoria che garantisce il servizio ai ragazzi di Scoglitti; a Comiso garantiscono il servizio a tutti i pendolari tranne per quelli che vanno a Modica ma solo perchè il Comune è in dissesto. Perché non ti presenti al Comune domani mattina alle 10,30 e fai questa stessa affermazione davanti alle famiglie ?

    Rispondi

  6. Fabio

    5 gennaio 2016 a 14:04

    Il problema NON è solo quello di far pagare il trasporto scolastico, il problema è TUTTO l’insieme di cose che non funziona, perchè S.Croce oltre ad essere un paese completamente SPORCO , è anche un paese non funzionante in TUTTO!!!!! E poi sinceramente queste affermazioni della Smart per i ragazzi o dire “che tragedia 25€ di trasporto” lo trovo davvero disgustoso!!! 25€ mensili sono quasi 230€ annuali che le famiglia devono sborsare OLTRE tutti i pagamenti delle tasse, già fin troppo esose

    Rispondi

  7. ELMUT

    5 gennaio 2016 a 18:12

    VERGOGNATEVI VI SIETE FATTA L’ESTATE CAMARINENSE CON I SOLDI DEI GIOVANI STUDENTI NON CE PACE TRA GLI ULIVI SE LO SA L’ALTRO CIARLATANO DI RENZI VI MANDA IN SIBERIA.
    E VOI CI MANDATE IL CANNOLO DI CREMA, PERCHE
    QUELLI DI RICOTTA SONO STATI IMPEGNATI.
    BASTA DIRE CHE IL MOTTO DI RENZI, E STATO PRIMA LA SCUOLA, E VOI, I, TAGLI DOVE LI FACCIAMO? AVETE DETTO E FATTO, A SCUOLA CON I SOLDI DEI CITTADINI. BASTA VEDERE IL BELVEDERE DI PUNTA SECCA. CONSIGLIERI DI SX.E ASSESSORI
    GRAZIE COMPAGNI E COMPAGNE BEL- REGALO-

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…