Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Sono le quattro e mezza del pomeriggio quando un giovane di 30 anni, a lavoro nella sua tenuta agricola di contrada Sughero, viene travolto da venti impetuosi e catapultato contro un paletto. E’ una tromba d’aria – durata pochi minuti – quella che si è abbattuta sugli impianti serricoli alle porte di Santa Croce. È necessario l’intervento dei sanitari del 118, che accompagnano il giovane all’ospedale “Guzzardi” di Vittoria. Per fortuna nulla di grave, solo qualche contusione guaribile in pochi giorni. Per Guglielmo Occhipinti, portavoce del gruppo Agricoltori, sono una decina i produttori colpiti dalla tromba d’aria, con decine di migliaia di metri quadrati abbattuti e con la plastica divelta dalle strutture coltivate a ortaggi.

Già da stamattina si possono quantizzare i danni che come al solito nessuno pagherà, se non il proprietario che già si scontra con gli alti costi di produzione e con i prezzi bassi dei mercati ortofrutticoli. L’assessore all’Agricoltura Francesco Corallo invita comunque gli imprenditori agricoli a segnalare i danni anche attraverso le organizzazioni datoriali Cia, Confagricoltura e Coldiretti, agli uffici dell’Upa ex ispettorato all’Agricoltura, nella speranza che queste calamità naturali possano essere riconosciute e indennizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…