Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Anno nuovo, problemi vecchi, anzi vecchissimi, all’ufficio postale di Santa Croce. Cambiano i direttori, cambiano piccole regole, ma la musica rimane terribilmente uguale. Lunghe attese – una media di due ore -, file interminabili in uno spazio ristretto, soltanto due sportelli operativi, anzi uno, perché il secondo prima delle dieci non è mai operativo. E le polemiche non finiscono: quasi sempre a farne le spese sono gli incolpevoli operatori degli sportelli che devono fronteggiare le lamentele di poveri utenti esasperati. Lunedì mattina una giovane donna tunisina incinta, al quarto mese di gravidanza, ha accusato un lieve malore, forse per la lunga attesa, forse per l’aria viziata che regna all’interno del salone affollato da una trentina di persone. La donna è stata soccorsa da alcune persone in attesa come lei, ma anche da un’addetta allo sportello, che le ha offerto un cornetto e un po’ d’acqua. Per fortuna si è leggermente ripresa ed è stata accompagnata da una signora che si è resa disponibile a portarla a casa con la propria auto. Insomma, l’ufficio postale è diventato nel tempo una sorta di limbo dove dover espiare chissà quali colpe. Ma è mai possibile che niente e nessuno riesca a far in modo di risolvere questa situazione da girone dantesco? E’ possibile che la direzione generale di Poste Italiane, rimane sorda alle varie sollecitazioni che arrivano dagli utenti? Due soli sportelli operativi che si occupano di vendere alla clientela di tutto, per una utenza di diecimila persone: non ci vuole un genio per capire che la struttura, sia immobile che operativa, è assolutamente insufficiente. Necessiterebbe una protesta dura da parte dei rappresentanti politici dei cittadini, magari un’azione congiunta, Amministrazione e Consiglio comunale, magari investendo del problema il neo prefetto di Ragusa. Insomma, sveglia, i cittadini hanno il sacrosanto diritto di ricevere servizi da un organismo statale degno di un paese civile.

4 Commenti

  1. emanuele

    12 gennaio 2016 a 09:41

    ………..aprire la buca postale e prendere la cartolina d’avviso per ritirare una raccomandata all’uff postale di s.croce è come prendere un infarto. Per ritirare una raccomandata occorrono 20 minuti circa………………………….

    Rispondi

  2. FRANCESCO ZAGO

    12 gennaio 2016 a 11:54

    L’UNICA AZIONE POSSIBILE PER FAR CAPIRE ALLA DIREZIONE PROVINCIALE DI RAGUSA E REGIONALE , E’ DI NON ANDARE NESSUNO PER ALMENO 15 GIORNI ALL’UFFICIO POSTALE .
    RECARSI PER LE OPERAZIONI URGENTI PRESSO L’UFFICIO POSTALE DI MARINA DI RAGUSA . PENSO CHE CONSTATANDO IL MANCATO INTROITO DI 15 GIORNI , LA DIREZIONE DEVE PRENDERE PROVVEDIMENTI .

    Rispondi

  3. deny

    12 gennaio 2016 a 17:04

    E un schifo questa posta di Santa Croce ogni volta che ci vado,una volta i computer si bloccano un’altra volta un’altra scusa. Ma e mai possibile che non fanno nulla per sbrigare la gente subito??Alla posta di Marina di Ragusa si fa un’entrata paghi ed esci subitooo.Qua si muoreee.Ok anno fatto i biglietti che non servono a nienteee,perché quelli lenti sono sempre gli operatori che dormonooo.Io non capisco perché siamo al 2016 e non anno fatto ancora uno sportello solo per chi deve pagare i bollettini???FATELOOOOOOOO

    Rispondi

  4. Giovannella

    15 gennaio 2016 a 05:48

    Sono perfettamente d’accordo con il Sig. Zago.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’annuncio del sindaco: “Sabato 30 settembre la Notte Bianca a S.Croce”

Santa Croce Camerina si appresta a vivere la prima Notte Bianca della sua storia: sabato d…