Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

L’ordinanza dello scorso 26 gennaio, che impone il divieto di sosta e circolazione nelle vie centrali di Punta Secca – compresa piazza Faro – il sabato (dalle 16 alle 20), la domenica e nei giorni festivi (dalle 10 alle 20), ha sollevato un vespaio. I commercianti della borgata, stritolati dal consueto periodo di magra durante la stagione invernale, hanno promosso una petizione per chiedere al sindaco di modificare il provvedimento, rendendo efficace il divieto solo la domenica dalle 16 alle 20: “La petizione sta andando bene – ci spiega Fabio Alabiso, ristoratore del posto -. Molta gente è incredula di fronte all’accanimento nei confronti di quegli esercenti che anche nei mesi invernali tengono i locali aperti per offrire un servizio agli avventori della borgata. Nessuno di noi è contrario alla ztl e all’isola pedonale in vigore durante i tre mesi estivi, ma con l’ultimo provvedimento si è tirata un po’ troppo la corda. In inverno a Punta Secca non esistono servizi, il parcheggio è al buio, isolato e pieno di sterpaglie. Con questa ordinanza si procura del danno ai commercianti, ci vuole tanto a capirlo? Il nostro è un appello al buonsenso”. Anche i pescatori, pochi giorni fa, avevano attaccato duramente l’Amministrazione per il provvedimento ribattezzato ironicamente Piazza Pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Santa Croce sott’acqua? Il sindaco: “Progettiamo quattro interventi urgenti”

Un’auto in panne nel tratto di Corso Oceano Indiano, a pochi passi dal Lido della Polizia …