Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Dallo scorso dicembre l’istituto superiore Fabio Besta di Santa Croce Camerina è stato luogo di un percorso di formazione e di crescita rivolto agli studenti. “Don’t bully, be friend” è il nome del progetto creato e realizzato dalle psicologhe Martina Balestrieri e Luana Baglieri e dalla dott.ssa in Lettere Maria Teresa Pellitteri con lo scopo di prevenire la crescita del bullismo, fenomeno molto presente soprattutto tra giovani e giovanissimi. Il corso si è articolato in sette incontri, ciascuno dei quali centrato sulla prevenzione, la comunicazione, l’empatia, la scoperta dei valori di ciascuno e dei valori comuni, “smontando” le premesse che danno vita alle prepotenze. Il bullismo si manifesta attraverso comportamenti antisociali che possono presentarsi anche precocemente nella vita dei minori; esso implica agiti aggressivi che possono sfociare anche in violenza fisica, oltre che psicologica, e si manifesta in diversi contesti. La scuola svolge dunque un ruolo fondamentale nei processi di adattamento/disadattamento dei bambini e dei ragazzi. La qualità dell’esperienza scolastica, intesa globalmente non solo come successo o insuccesso, ma anche come socializzazione, condivisione di esperienze, partecipazione, promozione, crescita cognitiva e socio-affettiva del singolo e del gruppo, assume notevole rilevanza ponendosi come fattore di protezione o di rischio rispetto ai possibili percorsi evolutivi. La realizzazione del progetto ha senza alcun dubbio rappresentato un passo in avanti per l’intera comunità promuovendo atteggiamenti sociali positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cous Cous Festival: Joseph Micieli vince il titolo di Chef Electrolux Italia U-30

Con il punteggio di 9,41 lo chef Joseph Micieli si è portato a casa la vittoria della gara…